Vìola misura interdittiva, domiciliari a Michele Simone ex dirigente Amica

Oggi Simone è stato arrestato con l'accusa di aver violato il "divieto temporaneo di esercizio di uffici direttivi di imprese e persone giuridiche e di attività ad esse inerenti"

Questa mattina i finanzieri del nucleo di polizia tributaria hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di Michele Simone, il dirigente di Amica che il 2 luglio scorso era stato colpito da una misura interdittiva.

Simone è accusato di aver provocato il fallimento dell’azienda foggiana di igiene urbana. Secondo l'accusa avrebbe consigliato agli ex amministratori di Dauni Ambiente di non pagare ai dipendenti i contributi previdenziali e assistenziali.

Oggi Simone è stato arrestato con l’accusa di aver violato il  “divieto temporaneo di esercizio di uffici direttivi di imprese e persone giuridiche e di attività ad esse inerenti”.

Dalle indagini della Gdf è emerso che l’ex dirigente di Amica si sarebbe recato negli uffici della Gema per informarsi sull’attività della società di cui era stato amministratore unico, colpita anch’essa dalla vicenda di Tavasci e Corriero.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Sport

      Show di Angelo, il Foggia mette la sesta: battuto anche il Taranto

    • Politica

      Alfano sul Gargano, sul futuro dell’Area Popolare: “Noi né sotto Salvini, né sotto il Pd”

    • Economia

      La Corte dei Conti bussa alla porta del Comune di Manfredonia

    • Politica

      Scontro sulle Infrastrutture, Miglio rassicura la Confcommercio: “Verrete coinvolti tutti”

    I più letti della settimana

    • Incidente stradale ad Alberona: si ribalta autocisterna del latte, muore autotrasportatore

    • Come in un film sulla Statale 16: banditi armati fermano automobilista e vanno via con la Jaguar

    • 18enne aggredito e rapinato in via Galliani: "Se chiami la polizia ti uccido"

    • Provocano incidente e pestano a sangue 'testimone': in carcere i due aggressori

    • Nubifragio nel Foggiano, dal Gargano ai Monti Dauni: frane e strade allagate

    • Scoperto il 'covo' dei ladri di auto: in un box di via Lucera sequestrati i 'ferri del mestiere'

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento