E pace fu, "con forte rammarico" il parroco blocca la 'corona misterica': non si farà. La spuntano quelli del 'Crocifisso'

Presso la chiesa Sant'Antonio di via Smaldone, qualche sera fa, si era sfiorata addirittura la rissa. Fra Roberto Nesta ritira "con forte rammarico" l'idea dell'opera ecatecumenale

Il crocifisso

E pace fu. L'ha spuntata il comitato 'Giù le mani dal crofifisso'. La 'Corona Misterica' neocatecumenale non verrà realizzata e la rappresentazione della figura di Gesù Cristo messo in croce resterà lì, alle spalle dell'altare. 

Lo comunica Fra Roberto Nesta, che ritira "con forte rammarico" l'idea dell'opera ecatecumenale "consapevole di aver prodotto una poco piacevole contrapposizione nella vicenda in questione" ma "nella convinta considerazione della utilità e della bontà del progetto" e "vista la contrarietà sviluppatasi".

Presso la chiesa Sant'Antonio di via Smaldone, qualche sera fa, si era sfiorata addirittura la rissa. Ed è così, che dopo la tregua, "al fine di ripristinare un corretto rapporto tra le parti e non vanificare il clima di autentica e piena comunione raggiunto in questi anni, dopo attenta disamina e illuminata riflessione" il parroco, in relazione alla comunicazione di conclusione dell'iter burocratico per la realizzazione della cosiddetta 'Coronna Misterica'', "confortato dalla saggia indicazione del ministro provinciale Alessandro Mastromatteo", annuncia la sua volontà di soprassedere ad ogni impedimento proposto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fra Roberto Nesta confida "in un recupero dell'armonia che sin qui ha dato molteplici frutti e benefici. Rinnovando i sensi di rispetto nei confronti di ognuno, si è pronti a riprendere immediatamente il cammino con totale entusiasmo e con immensa gioia. Affido al signore e all'intercessione della Vergine Maria quanto esposto" chiosa il sacerdote.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Giornata drammatica, bollettino choc per la provincia di Foggia: nove morti e 52 casi positivi

  • "Mai visto nulla di simile". Dentro l'ospedale Covid di Casa Sollievo. Il dr Del Gaudio: "Il lavoro è duro e complesso"

  • Coronavirus: due città diventano 'zona rossa' con almeno 51 casi positivi, quattro sono amaranto e tre lilla

  • Piero Pelù, rocker innamorato in quarantena a Foggia: "Sono corso da Gianna appena in tempo, in due ci diamo forza"

  • Incendio sulla 'pista', vigili del fuoco accerchiati e derubati delle attrezzature: notte di follia a Borgo Mezzanone

Torna su
FoggiaToday è in caricamento