rotate-mobile
Una panchina per due

Opinioni

Una panchina per due

A cura di Leonardo De Santis

Disastro alluvione, pioggia di abusi e di soldi per la ricostruzione….

Dal blog 'Una panchina per due" di Michele Sisbarra e Leonardo De Santis

Leonardo: "Sta succedendo il finimondo sul Gargano, eh Michele, tu che ne pensi?"

Michele: "Sai, Leo, io proprio ieri cercavo di fare una riflessione. Quando al telegiornale ascoltiamo di catastrofici eventi alluvionali, in ogni parte d'Italia che non sia la nostra, siamo immediatamente pronti a cercare le responsabilità nell'irresponsabilità degli uomini, ma ..."

L: "Già, Michele, ma se succede da noi sembra che il nostro popolo faccia eccezione".

M: "Si, pare proprio così".

L: "Le piogge intense, certo, ma sembra che tutti gli eventi successivi siano causati dalla sola forza della Natura".

M: "Sai, io mi sento solidale con le popolazioni del Gargano, non posso però non vedere che in alcuni casi il danno era annunciato. La baia di Peschici, nella zona del porto, dove vi sono camping e lidi, mi sembra la più adatta a capire le responsabilità dell’uomo".

L: "Certo, lo sbocco del torrente che ha invaso la distesa era stato sbarrato da cemento e asfalto, un torrente che per di più raccoglie anche le acque dell'ampia piana di Calena".

M: "Si dovrebbe evitare l’abusivismo, ma non a chiacchiere, sarebbe molto utile un piano paesaggistico regionale, già proposto da personaggi molto più competenti di noi".

L: "Concessioni, concessioni, incendi, disboscamento, troppi credono che sia la strada più facile per svilupparsi e arricchirsi ma è il principio della fine".

M: "E la politica? Quella della pacca sulla spalla e del mo vediamo che si può fare? Credi che adesso si smetterà di costruire il consenso elettorale con la pratica dei permessi a go go e si parta dalla buona volontà dimostrata dal popolo garganico per invertire rotta?"

L: "Mah, troppo difficile scardinare un sistema così incancrenito, ho sentito che presto arriveranno soldi, sicuramente tanti, e già c'è chi si è fatto avanti dichiarando ingenti cifre per la ricostruzione, come se la Natura non riuscisse ad insegnare nulla".

M: "La diligenza sarà assaltata anche questa volta, caro mio?".

L: "Non saprei ma sento già il lungo latrare di iene, ci vediamo Michè"

Si parla di

Disastro alluvione, pioggia di abusi e di soldi per la ricostruzione….

FoggiaToday è in caricamento