Sunday Morning

Sunday Morning

Omosessuali di tutto il mondo, unitevi!

Dal blog 'Sunday Morning' di Michele Fiscarelli

Puglia Pride a Foggia

Checca, ricchione, culattone e pederasta, frocio, finocchio, sodomita e bardassa rappresentano un saggio degli epiteti che investono gli omosessuali. Ignari dei sinonimi offerti dal dizionario della lingua italiana, i senatori della nostra Repubblica - esimi antropologi e linguisti - hanno redatto un'antologia di neologismi ed onomatopee: step ciald association, steppodoccio, stepsciald adòtt e step ciaild appiscion invece di stepchild adoption; omogenità, afferminati e uomosessuali in luogo di omogenitorialità, effeminati ed "uomini sessuali" di zaloniana memoria.

Cosa abbia indotto una giornalista a condurre un talk sul disegno di legge Cirinnà e sfidare le insidie dell'arena televisiva resta un mistero. Quale demone ha destato la sua inquietudine affinché si immolasse in nome dell'audience? Cosa l'ha spinta ad indossare l'elmetto e ad avventurarsi nel campo minato delle unioni civili? Paladina della giustizia, cuore impavido, amazzone dell'informazione, quell'inguaribile romantica di Giovanna Greco ha cercato di indirizzare il bandolo della matassa verso i lumi della ragione. Avrà portato a termine l'impresa? Ai posteri l'ardua sentenza.

Il disegno di legge Cirinnà introduce in Italia le unioni civili, ossia l'istituto giuridico (diverso dal matrimonio) che riconosce diritti e doveri alle formazioni sociali composte da persone dello stesso sesso (oltre ad una serie di diritti sociali e previdenziali quali l'estensione della responsabilità genitoriale sul figlio del partner e la reversibilità della pensione), e le convivenze di fatto sia tra coppie etero che omosessuali, eliminando le discriminazioni basate sull'orientamento sessuale.

Confutarne il valore corrisponderebbe ad ammettere che le preferenze sessuali rappresentano un discrimine sufficiente a negare ad una coppia di fatto quel riconoscimento che il nostro ordinamento giuridico dovrebbe garantire senza pregiudizio alcuno; equivarrebbe ad attuare forme di prevaricazione dalle quali uno Stato laico dovrebbe rifuggire, onde evitare che i diritti di alcuni soccombano sotto la scure intransigente di altri. La laicità è una componente essenziale del dibattito democratico e continuerà ad esserlo al netto di qualsivoglia professione di fede.


Social network: about.me/michelefiscarelli

Sunday Morning

Rubrica di notizie false e tendenziose. Può causare tosse, mal di gola, vertigine e stato d'incoscienza. Leggere attentamente il foglio illustrativo prima dell'uso. Se il disturbo persiste, consultare il medico

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Avatar anonimo di Antotal
    Antotal

    Bravo Michele! Il tuo è forse l'unico articolo degno della questo nome che ha chiarito, in breve, il contenuto del discusso disegno di legge Cirinnà. Il fatto che si sia anteposto il "fattore" stepchild adoption inquadrandolo, di fatto, come la richiesta (assurda?) da parte delle coppie omosessuali di avere la possibilità di adottare il figlio del proprio partner, ha in realtà messo in secondo piano e racchiuso in un cono d'ombra il punto focale che tale adozione può, laddove il disegno diventasse legge, essere avanzata anche da coppie etero. Mi domando: dove l'applicazione di un diritto come questo può ledere l'altrui diritto? In altre parole, cos'è che dà più fastidio: che un gay adotti il figlio della persona che ama o che due etero, un uomo ed una donna decidono di unire le loro esistenze, con la promessa di essere fedeli sempre, nella gioia e nel dolore,
    nella salute e nella malattia, e di amarsi e onorarsi tutti i giorni della loro vita, senza per forza dirselo davanti ad una tonaca, ma semplicemente sotto un cielo stellato, senza per questo sentirsi meno "titolati"?

    • Ora mi sento già più sollevato, dopo una delle tue solite opere con la tastiera, degne di essere raccolte in una collection : il mio più modesto dire, è purtroppo rimasto noto solo a chi aveva da premere il bottone. Il tuo paragone, tra il cielo stellato e la tonaca, credo rimarrà scolpito indelebilmente nella mia mente, per i decenni a seguire ! Come diceva qualcuno, qui a Foggia, " viet a quell mamm che t'ha fatt accussì " !

      • Avatar anonimo di Antotal
        Antotal

        Grazie Mario. Anche a nome della mamma. Leggo però con rammarico che un tuo commento non è stato pubblicato. A volte mi chiedo se il moderatore di FT legge effettivamente ciò che viene scritto o si limita a sfogliare la margherita. Perché privare i propri lettori di una tua "chicca" intelligente e puntuale com'è tuo solito scrivere a discapito di commenti come ad esempio il primo a questo post, mi fa sorgere dei dubbi!

  • Da tuo attento lettore, mi ero permesso di scriverti un commento, sagace ma garbato e rispettoso nei toni. Non comprendo, francamente, il motivo per cui non sia apparso ! Fiat voluntas tua : dovrai purtroppo accontentarti di ben altro, spiacente per te !

    • Mario, non spetta a me moderare i commenti. Pertanto vengo a conoscenza soltanto di quelli che leggo in chiaro.

  • Essere omosessuale è un diritto inalienabile. Non è un diritto, però, fare chiassate e manifestazioni volgari ed indicibili.

  • Unitevi e accendete il fuoco!!!

  • Ma io dico l'unico pregio che hanno gli omosessuali è il fatto che non si possono sposare e questi rompono le scatole per sta storia, non sanno a cosa vanno in contro. Per quanto riguarda la volontà di avere figli, ci sono tantissime coppie etero che non riescono ad averli ma non per questo molestato gli italiani andando in tv o organizzando centinaia di manifestazioni.
    Non ce l'ho con gli omosessuali ma penso che ci sono cose molto più importanti a cui pensare.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento