Quello di ieri si chiama “calcio spettacolo”!

Allo Zaccheria "La quiete dopo la tempesta". Il Foggia c'era e lo ha dimostrato. I play off sono possibili, ma bisogna parlare di calcio piuttosto che di cose che turbano l'ambiente. Casillo dia i soldi agli steward

Questo Foggia è davvero pazzo. Passa da un estremo all’altro. Come anche quei tifosi che domenica scorsa hanno contestato i ragazzi e ieri invece li hanno applauditi e osannati. Il Foggia c’è e ieri lo ha dimostrato. E’ anche vero però che l’espulsione di Ciotola ha condizionato la gara e la fortuna ha giocato dalla nostra parte. Qualcuno lo chiama champagne, qualcun altro meraviglia, io invece lo chiamo spettacolo. Ieri abbiamo rivisto il calcio che vogliamo, quello di Zeman, quello sulle fasce. Non a caso Regini è stato tra i migliori in campo. Promuovo tutti.

Ne sono certo. Ci sono buone probabilità per agganciare il treno dei play off, considerando anche che da metà febbraio le squadre del tecnico boemo solitamente ingranano la marcia. Vorrei estendere a tutti un invito: prima delle partite parliamo di calcio e non di spiacevoli situazioni che non fanno altro che turbare l’ambiente e che potrebbero compromettere l’esito delle gare. Ieri fortunatamente ci è andata bene, ma potrebbe non essere sempre così.

Vorrei inoltre intervenire sulla querelle tra Casillo (che deve pensare al Foggia e non ai suoi interessi) e la cooperativa che gestisce il servizio di sicurezza allo Zaccheria. Premesso che gli steward effettuano il lavoro con estrema serietà, se qualcosa è andato storto non bisogna farne un dramma, neppure economico. L’importante è capire gli errori che si sono commessi. E' solo questione di tempo e di apprendimento. Che Casillo non s’impunti e dia a Cesare quello che è di Cesare.

Non molliamo e auguri a tutti gli innamorati dei colori rossoneri dell'U.s. Foggia!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento