Dieta chetogenica vegana: il nuovo regime alimentare

Cos'è la dieta chetogenica nella versione vegana? Quali alimenti include? Scopriamo di più

Credits: Pexels

La dieta chetogenica è un regime alimentare in cui vi è un bassissimo consumo di carboidrati, e un alta percentuale di grassi e proteine. Insomma, una dieta che determina sostanzialmente un netto sbilanciamento, quasi un ribaltamento, delle proporzioni tra i macronutrienti previste dalla nostra dieta Mediterranea.

Da un lato c'è una drastica riduzione dei carboidrati, come pane, pasta e cereali, e dall'altro un elevato consumo di proteine e grassi; l'obiettivo? Costringere l'organismo a utilizzare i grassi di riserva come fonte di energia, in modo da favorire il dimagrimento

Oggi, accanto alla classica chetogenica sta spopolando la dieta chetogenica nella versione vegana. Scopriamo di cosa si tratta.

Dieta chetogenica vegana: come funziona

La dieta chetogenica vegana si compone di tre pasti al giorno ed eventuali spuntini; ecco un esempio di cibi da poter consumare: 

  • verdure (cotte al vapore, alla piastra, saltate con poco olio o crude). Vietete ovviamente le fritture.
  • legumi: riducono il colesterolo, prevengono l'ipertensione, controllano la glicemia e prevengono il diabete, aiutano contro la stitichezza, combattono l'anemia etc...
  • seitan: questo alimento ha un basso contenuto di carboidrati ed è povero di grassi.
  • semi di lino: contrastano la stitichezza, sono ricchi di Omega 3, preservarvano la salute del cuore.
  • tempeh: chiamato anche carne di soia, questo alimento è una fonte di proteine vegetali, dall'alto valore nutritivo, ricco di fibre e povero di sodio.
  • tofu: leggero, con poche calorie, ricco di molte vitamine (D, B1, B2, B3, B12) e sali minerali quali calcio, ferro, fosforo, potassio e i preziosi Omega 3. 
  • cioccolato fondente al 90%: ricco di polifenoli noti per la loro efficacia nel combattere i radicali liberi con importanti ripercussioni sull’ossidazione cellulare legata al processo di invecchiamento.
  • arachidi: i loro grassi monoinsaturi aiutano a ridurre il colesterolo cattivo e ad aumentare quello buono, mentre le loro proteine sono fonti di aminoacidi di qualità elevata essenziali per la crescita e lo sviluppo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Curva contagi in discesa in Puglia, verso l'addio alla zona rossa. Emiliano: "Restrizioni verranno allentate nei prossimi giorni"

  • Il caso Puglia zona rossa e quel miraggio color arancione che sa di beffa

  • La Lega vuole la Puglia arancione da lunedì 19. Marti: "Non paghino parrucchieri ed estetisti gli errori di Lopalco"

  • Spara e uccide la moglie, trovata sul letto insieme al marito agonizzante: il femminicidio a Cerignola, la vittima aveva 80 anni

  • In Puglia la Bat vuole la zona arancione. Lopalco frena: "Virus circola". Emiliano: "Pfizer e Moderna finiti"

  • La voglia di sposarsi non manca, si va verso un'estate di matrimoni: spunta l'ipotesi estrema dei tamponi obbligatori agli invitati

Torna su
FoggiaToday è in caricamento