Gesualdi risponde a Sicilia: il derby tra Cus Foggia e Cus Bari finisce in parità

Nella terza giornata del girone A di serie C2 le due formazioni cussine pareggiano 1-1. Le reti entrambe nella ripresa: prima segnano gli ospiti con Sicilia, poi pareggiano in contropiede i padroni di casa. In classifica le due squadre sono appaiate al secondo posto dietro l'Alta Futsal

Il Cus Foggia festeggia la rete di Gesualdi

È finito 1-1 il derby tra Cus Foggia e Cus Bari, supersfida che ha acceso ed animato la 3^ giornata del girone A della Serie C2 regionale di calcio a 5.

Primo tempo decisamente equilibrato, con il Cus Bari che dopo pochi secondi aveva già sfiorato il gol del vantaggio.
Le due squadre in campo esercitano un buon possesso, cercano spiragli e movimenti giusti per trovare la rete, ma le difese reggono e resistono almeno fino alla fine del primo segmento di gara, chiuso con un clamoroso tentativo di Alberto Laccetti: stop, pallonetto per saltare il difensore avversario e girata al volo deviata miracolosamente in angolo dall’estremo barese.

Nella ripresa il Cus Foggia decide di cambiare marcia ed aggredisce il match.
Laccetti sale ulteriormente in cattedra e nel giro di pochi minuti si costruisce due ghiotte occasioni. La seconda finisce con un morbido pallonetto respinto ancora una volta dal portiere ospite.

A metà ripresa l’episodio che spezza - almeno momentaneamente - l’equilibrio in campo.

Il Cus Foggia perde palla a centrocampo, i ragazzi dell’UniBA ripartono in contropiede e dopo due tocchi si ritrovano a festeggiare il gol di Sicilia.

Coccia, registrato lo svantaggio, ricorre al portiere di movimento. Carluccio diventa l’uomo in più, Laccetti crea spazi, Bruno fa girare il pallone, Gesualdi e Casoli lavorano ai fianchi gli avversari.

Nasce però da un contropiede anche il gol del pareggio del Cus Foggia realizzato da Lorenzo Gesualdi al termine di una tenace fuga sulla fascia destra. 

È questa la rete che accompagna le due squadre al triplice fischio e manda in archivio il primo derby della stagione. 

“Bella partita - analizza a fine gara il tecnico del Cus Foggia - giocata da due squadre che, inutile nasconderlo, puntano al vertice del campionato. Pareggio giusto, soprattutto se consideriamo come si era messa la gara dopo il loro gol. Siamo stati bravi a non mollare, resta il rammarico per non aver sfruttato almeno un paio di occasioni nitide prima di subire la rete del Cus Bari. Ora testa al prossimo impegno. Il calendario ci propone una trasferta insidiosa in casa dell’Azetium Rutigliano, squadra complicata e piazza abituata a respirare le grandi atmosfere del calcio a 5. Mi auguro - conclude Natale Coccia - di recuperare Vincenzo Capozzi, la rosa ha bisogno di lui nonché di Nicola Roseto (altro giocatore fermo ai box) per aumentare la qualità e garantire una più opportuna rotazione degli uomini in campo”.

 RIEPILOGO 3^ GIORNATA SERIE C2 PUGLIA – GIRONE A 19-10-2019 

CUS FOGGIA – CUS BARI 1-1 
Marcatori: Sicilia (C. Bari); Gesualdi (C. Foggia)
 

CLASSIFICA

Alta Futsal 9; Cus Bari e Cus Foggia 7; Azetium Rutigliano, Nox Molfetta 6; Futsal Terlizzi e Soccer Altamura 4; MB Futsal Giovinazzo, Byre Ruvo, Nettuno Bisceglie, Vigor Barletta, Eraclio, Poggiorsini 3; Audax Rutigliano 0.

PROSSIMO TURNO

Azetium Rutigliano – Cus Foggia - sabato 26 ottobre alle 16:00

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Cerignola: spara e uccide la vicina, ferisce la moglie e poi si toglie la vita

  • Scacco al clan: maxi operazione antimafia di Carabinieri e Cacciatori, 50 arresti (anche a Foggia e Cerignola)

  • Mamma 'scatenata', in auto con i figli minori forza posto di blocco e avvia pericoloso inseguimento

  • Mafia garganica: catturato alle Canarie 'U meticcio', è rientrato in Italia dopo l'arresto del blitz 'Neve di Marzo'

  • Aggredito il consigliere comunale Massimiliano Di Fonso: picchiato da 5 uomini, finisce in ospedale

  • Ladri di olive in azione, dipendenti del frantoio fingono di non accorgersene. Irrompono i carabinieri, un arresto e furto sventato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento