Tre “Viole” per la Juve Stabia. Il Foggia vince anche in Coppa Italia

Allo Zaccheria i rossoneri regolano le “vespe” con un secco 3-1. Protagonista l’ex attaccante della Reggina, autore di tutte e tre le reti dei rossoneri. Di Padovani, su rigore, il temporaneo pareggio dei campani

Il terzo gol di Viola (Ph. Roberto D'Agostino)

Anche il Foggia può festeggiare un positivo risultato nel mercoledì di Coppa. Non sarà la Champions, ma un’occasione per vedere all’opera chi non ha avuto grosse occasioni in questo primo segmento di stagione. Chance giocata al meglio da Viola, autore di una belle tripletta, che conferma la bontà della rosa rossonera.

PRIMO TEMPO – Considerando i numerosi vuoti sugli spalti, e le miti temperature, sembra quasi di assistere a una gara di tarda primavera. In campo c’è il Foggia B, imbottito di seconde linee, o altri titolari per dirla alla De Zerbi. Rispetto alla gara di domenica scorsa, l’unico “superstite” è Sainz Maza, impiegato anche oggi come trequartista nel 4-2-3-1. Il tecnico bresciano può comunque presentare una squadra di tutto rispetto, a conferma dell’abbondanza di qualità di cui può godere la rosa: Agostinone, Riverola, Bencivenga, Viola, lo stesso Maza, potrebbero tranquillamente giocare da titolari in tante squadre. Dall’altra parte Zavettieri lascia intendere che la Coppa sia un di più a cui si può rinunciare senza troppi rimpianti.

Lo conferma la formazione in cui compaiono tre ’98, due ’97 e addirittura un ’99, il terzino sinistro Lombardi. Ragazzi che cercano di sfruttare una chance importante per farsi notare, cercando di svolgere le mansioni richieste con attenzione e diligenza. Il Foggia gioca con estrema tranquillità, accelerando ma non troppo. E infatti nei primi quarantacinque minuti segna solo un gol con Viola, che viene pescato al centro dell’area e può freddare il portiere Modesti. Quest’ultimo, uno dei più anziani in campo nella sua squadra con i suoi 25 anni, è bravo a dire no al diagonale di Bencivenga. Ancora Viola su punizione dopo la mezz’ora, sfiora il gol con una splendida parabola su punizione che fa la barba al palo.

SECONDO TEMPO – La troppa tenerezza che sfocia quasi in irritante sufficienza, porta il Foggia a lasciare preoccupanti spazi alla formazione ospite e a non sfruttare l’evidente superiorità tecnica. E dopo la conclusione di Maza ben respinta da Modesti, il rossoneri si fanno trovare scoperti centralmente, e vengono bucati da Padovani che si presenta in area e viene steso da Micale. Rigore e solo giallo per l’estremo difensore rossonero, che si fa spiazzare dal dischetto. La gioia per il pareggio dura nove minuti, perché ancora Viola mette a soqquadro un’intera difesa prima di scaricare un preciso sinistro che trafigge Modesti.

Il gol arriva subito dopo i primi due cambi operati da De Zerbi che getta nella mischia Floriano e Loiacono per gli inconsistenti Bollino e Lodesani. L’ex attaccante del Barletta sembra piuttosto in palla, mostrando anche una incoraggiante intesa con Viola. L’ex Reggina va in gol per la terza volta al 32’, con una splendida rovesciata al centro dell’area, su cui c’è la determinante deviazione di un difensore. Partita chiusa, e De Zerbi ne approfitta per far esordire il diciassettenne Emanuele Adamo, che mette in mostra qualche numero guadagnandosi gli applausi dello Zaccheria, che festeggia un’altra vittoria in casa, e il passaggio del turno.

JUVE STABIA (4-3-3) Modesti; Mileto (28’st Rossi), Ioio, Carillo, Lombardi; Mauro, Buondonno, Servillo; Langella, Padovani (14’st Matassa), Natale (22’st Del Prete). A disposizione: Mascolo, Borrelli, Matano, Strianese, Vacca, Caserta, Rubino, Noto, Contieri. All. Zavettieri

FOGGIA (4-3-3) Micale; Bencivenga, Sicurella, De Giosa, Agostinone; Riverola, D’Allocco; Bollino (16’st Floriano), Sainz Maza (35’st Adamo), Lodesani (16’st Loiacono); Viola. A disposizione: Tarolli, Gigliotti, Angelo, Agnelli, Di Chiara, Coletti, Iemmello, Gerbo, Sarno. All. De Zerbi

Arbitro: Strippoli

Marcatori: 13’pt Viola (F), 9’st Padovani (F), 18’st e 32’st Viola (F)

Ammoniti: Sicurella (F), Micale (F)

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Violenza di genere, la legge da sola non basta. Bruzzone: “Serve un cambiamento culturale”

  • Cronaca

    Impianto di rifiuti a Monteleone di Puglia, è bagarre. Una delibera smentirebbe il sindaco: "Ecco la transazione"

  • Cronaca

    Perquisizioni a tappeto dei carabinieri, 31enne finisce in manette: aveva violato la sorveglianza speciale

  • Cronaca

    Furto a Torremaggiore di mezzi per la raccolta rifiuti: tre "scarrabili" recuperati vicino all'interporto di Cerignola

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Cerignola, identificate le giovani vittime: hanno 16 e 18 anni

  • Giovanissimi morti nell'incidente di via dei Mandorli: ai domiciliari 22enne, risponderà di omicidio stradale

  • Terribile incidente stradale, a Cerignola: scontro in via dei Mandorli, due le vittime

  • Scomparso nel nulla da 72 ore, Foggia in ansia per Francesco. La madre: "Non so più cosa fare"

  • Giovanissime vite spezzate, lutto cittadino a Cerignola: "Colpita duramente la comunità"

  • Oggi l'ultimo saluto ad Agostino e Aurora. L'avv. Assumma: "Il conducente rischia fino a 18 anni"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento