Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Caso stupro, Siorini non chiede scusa: "La mia solo provocazione"

 

"Ma alla Boldrini e alle donne del PD quando dovrà succedere?". È questo il post orribile che il segretario cittadino di San Giovanni Rotondo di Noi Con Salvini, Saverio Siorini, ha postato domenica scorsa sulla sua bacheca Facebook per "condannare", a suo dire, i fatti di Rimini. Parole assolutamente deprecabili, che hanno sollevato un moto di sdegno generale e che gli sarebbero valse l'espulsione dal movimento.

Oggi a Foggiatoday chiede il diritto di replica, "dopo la valanga di insulti e di accuse che è giunta a me e alla mia famiglia". E ci tiene a precisare: "Nessuno può cacciarmi, meno che meno il segretario regionale Rossano Sasso. Io sono ancora il segretario di San Giovanni". Sarà. La replica è in questo video. Le scuse alle donne non arrivano men che meno il ravvedimento rispetto a quanto scritto domenica scorsa.

L'editoriale: No Siorini no, prima di sparare...Pensa!

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento