Finisce l'idillio in Provincia, centrodestra contro la gestione "solitaria" di Nicola Gatta: "Deleghe farlocche"

Il fuoco cova da mesi sotto le cenere. E la situazione non è migliorata, anzi si è acuita, con la distribuzione delle deleghe ai consiglieri. Nelle prossime ore dovrebbero incontrarsi Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia

Tira una brutta aria in Provincia. Nelle prossime ore i segretari della coalizione che ha sostenuto Nicola Gatta nella corsa per la presidenza dovrebbero incontrarsi per verificare e fare sintesi delle doglianze in merito ad una gestione sempre più autoritaria e monocratica. Certo, la riforma DelRio ha costruito un ente provincia a gestione monocratica, eliminando l’esecutivo e l’istituto della sfiducia. “Ma è pur vero che il Presidente resta l’espressione politica di partiti ed amministratori, che contribuiscono alla sua elezione e che, pertanto, il capo dell’amministrazione provinciale dovrebbe tenere in considerazione” il ragionamento, “tanto più che si va a rappresentare una coalizione politica ed un intero territorio”, non se stessi. Gestione collegiale, dunque.

Non per Gatta che, a quanto pare, dopo aver chiesto sostegno elettorale, starebbe giocando da solo. Sin dal suo insediamento, indispettendo non poco gli alleati che si son ritrovati alla porta già all’indomani dell’insediamento. Il fuoco cova da mesi sotto la cenere. In principio fu il ritardo nella distribuzione delle deleghe, rispetto alle quali il presidente della Provincia ha temporeggiato molto, “tirandola” fino alle elezioni comunali. Quindi la stessa ripartizione delle deleghe, rispetto a cui non solo i partiti sarebbero stati tenuti fuori e la contrattazione fatta direttamente con i consiglieri, ma, di fatto – ed è questa la doglianza più forte- consegnando ai delegati niente di più che una scatola vuota non avendo, nessuno di essi, potere di decidere alcunché. “Le deleghe sono farlocche, tutto continua ad essere deciso da lui, nessuno ha facoltà di muovere foglia senza che il Presidente voglia. Abbiamo eletto una primadonna” si mormora nei corridoi.

Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, pertanto, dovrebbero, a quanto si apprende, vedersi nelle prossime ore, al massimo nei prossimi giorni, per verificare le azioni da intraprendere sull’increscioso clima politica venutosi a creare a Palazzo Dogana.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultim'ora | Carabinieri 'rastrellano' il Foggiano: scatta il blitz anticrimine, in azione elicottero e unità cinofile

  • Omicidio: si indaga sulle ultime ore di vita di Giordano, forse l'assassino gli ha teso una trappola

  • Blitz anticrimine nel Foggiano: pioggia di arresti dalle prime luci dell'alba, 180 carabinieri alla ricerca di armi e droga

  • Shock a Milano, foggiana rifiutata da una "salviniana razzista" "Non ti affitto casa perché sei del Sud" (Audio)

  • Maxi concorso da Oss: ecco l'elenco e le date delle prove orali, in migliaia a Foggia per 2445 posti

  • Folle fuga in A14: foggiano su un'auto rubata forza posto di blocco, sfonda casello e poi si schianta contro un muretto

Torna su
FoggiaToday è in caricamento