Il Parco del Gargano ha il nuovo presidente: Costa firma il decreto di nomina in diretta, è Pasquale Pazienza

Dopo quasi due anni di vacatio, arriva il nuovo presidente. Costa ha firmato i decreti in diretta Facebook. Pasquale Pazienza sarà operativo da settembre; ora la partita si sposta sul diretto dell'ente di Monte Sant'Angelo

Firmato il decreto del Parco nazionale del Gargano. Lo ha annunciato via Facebook il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, che oggi ha vergato ben cinque nomine in diretta. Come preannunciato, a Monte Sant’Angelo arriva il professor Pasquale Pazienza, docente di Economia politica all’Università di Foggia e già assessore provinciale all’Ambiente (governo Pepe). “Queste personalità le ho individuate assieme ai presidente delle Regioni, come iter vuole – esordisce Costa, che si è preso molto tempo-. Ma si tratta di nomine articolate e complesse perché hanno una importanza significativa in quanto segnano lo sviluppo di un territorio, la sua valorizzazione, la tutela. C’è stato un colloquio forte e intenso – continua il Ministro pentastellato-, ma alla fine abbiamo trovato nomi di alto profilo. Si tratta di professionisti che hanno dedicato la loro vita alla tutela dell’Ambiente, provengono dal mondo della società civile ed ognuno è figlio di quel territorio perché non è mai bello far arrivare persone da fuori. Come li abbiamo scelti? Non solo per il curriculum e perché hanno dato una vita all’Ambiente o perché sono esperti di economia ambientale ma anche per il profilo politico, perché sono fuori dalle logiche politico-elettorali” continua Costa, che voleva nomi non “marchiati” da questo punto di vista (anche se la Lega, da queste parti, ha già rivendicato la paternità della nomina di Pazienza).

Ma tant’è. Continua il ministro: “Stiamo affidando i territori a persone che possono finalmente dare uno sviluppo e una visione ulteriori. Italia paese parco è il mio slogan: avere un’idea di cosa fare e come spendere le risorse. Io ne darò tante – preannuncia-, più di quelle che ogni parco nazionale ha mai avuto. L’ultimo bando di agosto è di 85milioni di euro. E ne verranno degli altri. C’è bisogno dunque di una governance e di presidenti capaci. E questi lo sono. Oggi la natura si prende il suo spazio”. Ora i decreti andranno alla Corte dei Conti, per i primi di settembre diventeranno operativi.

Potrebbe interessarti

  • Peschici, un paradiso rovinato dal degrado: "L'inciviltà regna sovrana e subiamo i postumi delle notti brave"

I più letti della settimana

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Dramma sfiorato a Peschici: rischia di soffocare al ristorante, salvato da un turista. "Maurizio, sei un eroe!"

  • Risucchiata dalle correnti bambina sprofonda giù, fratellino tenta di salvarla ma rischia di annegare. "Salvi per miracolo"

  • Rissa di Ferragosto in pieno centro: scoppia lite tra due uomini, uno si scaglia contro gli agenti. Arrestato

  • Grave incidente stradale tra Trinitapoli e Cerignola, scontro tra due auto: un morto

  • Incidente sulla Statale finisce in rissa: in due finiscono al pronto soccorso, coinvolto anche un foggiano

Torna su
FoggiaToday è in caricamento