Parco del Gargano, ancora fumate nere per la presidenza: Emiliano dice no ai leghisti, muro cinquestelle su Ricci

Secondo indiscrezioni, non sarebbe riuscito il tentativo dei leghisti di far convergere il presidente delle Regione Puglia su Antonio Trombetta. In caduta anche le quotazioni di Ricci, salvo 'prove di forza' di Costa

Via anche Antonio Trombetta dalla rosa dei papabili per il Parco Nazionale del Gargano. Almeno per il momento. Secondo indiscrezioni, il tentativo dei leghisti di far passare la loro linea sull’ex piddino, oggi vicino a Salvini e a Massimo Casanova, si è scontrata col no del governatore Michele Emiliano, chiamato a condividere il nome con il Ministero dell’Ambiente.

Nebbia fitta, ancora, per ciò che concerne quella poltrona, vacante ormai da tempo, dunque. Pare non avrà miglior sorte, infatti, neanche la candidatura dell’ex rettore dell’Università di Foggia, Maurizio Ricci: il nome dell’accademico sarebbe  stato scelto dallo stesso Ministro Costa ma si sta scontrando con il no categorico del Movimento 5 Stelle. I parlamentari foggiani e la consigliera regionale Rosa Barone hanno già fatto pervenire al Ministro le loro doglianze. “E’ ormai bruciato” si sostiene da quelle parti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultima ora: primo caso di Coronavirus in Puglia

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • Tampone su un paziente, si attendono i risultati: quarantena provvisoria per i sanitari entrati in contatto col soggetto

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Coronavirus: altri due casi in Puglia, sono la moglie e il fratello del 'Paziente 1' della provincia di Taranto

  • Scacco matto alla pericolosa 'Banda del Buco', otto arresti tra Foggia e San Severo: i nomi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento