Parte dai bagni delle scuole l’abbattimento delle barriere architettoniche

Disposti interventi per la piena accessibilità ai bagni di 11 strutture scolastiche Prima anticipazione del programma di lavori più generale al quale si sta lavorando anche con riferimento all’adozione del PEBA

Foto d'archivio

“L’Amministrazione Comunale conferma la sua attenzione nei confronti del tema dell’inclusione sociale e della rimozione degli ostacoli che impediscono la completa fruizione degli spazi pubblici da parte di tutti i cittadini. Un obiettivo che, evidentemente, riguarda innanzitutto le azioni finalizzate all’abbattimento delle barriere architettoniche. In quest’ottica, è stata disposta una prima tranche di interventi che riguarderanno l’accessibilità ai bagni di alcune strutture scolastiche da parte degli alunni diversamente abili”. È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, al provvedimento con cui l’assessorato comunale ai Lavori Pubblici ha dato il via libera ad un primo pacchetto di interventi tesi ad assicurare la piena fruizione dei bagni da parte degli studenti diversamente abili nelle strutture scolastiche Ugo Foscolo-Gabelli di Borgo Cervaro, Giulia Catalano di via Altamura, De Amicis di via De Amicis, Garibaldi di via Capezzuto, via Galliani e via Gorizia, Leopardi di via Selicato, Manzoni di via Nannarone, Moscati-Altamura di via La Malfa, Pascoli di piazza Santa Chiara, Bosco di via Lavello.

“Dopo l’avvenuto censimento degli edifici pubblici strategici da parte dell’assessorato ai Lavori Pubblici, si è passati alla fase di individuazione dei singoli interventi, la loro stesura progettuale ed al loro finanziamento. Un’attività che si inserisce nel percorso che porterà l’Amministrazione comunale all’adozione del PEBA (Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche”.

Spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Antonio Bove: “Considerate le necessità più urgenti e senza attendere il perfezionamento del complessivo parco-interventi più generale, abbiamo deciso di indirizzare le prime determinazioni operative sul fronte degli interventi non più procrastinabili. Si comincerà dunque dall’abbattimento delle barriere architettoniche soprattutto nei luoghi comuni delle strutture pubbliche ed in particolare delle scuole, anche in considerazione dell’opportunità di completare l’abbattimento delle barriere nel periodo programmato di interruzione delle attività didattiche coincidente con i mesi estivi. Già lo scorso anno abbiamo provveduto ad un adeguamento di questo tipo per i bagni delle scuole materne paritarie comunali Don Milani, Ferrante Aporti, Sorelle Agazzi, Fresu, Walt Disney”.

Sottolinea l’assessore Bove: “Gli interventi previsti in questa prima fase vanno quindi considerati una anticipazione del programma di lavori più complessivo al quale si sta lavorando. Da questo punto di vista, si è provveduto a conferire formalmente al geometra Rocco Fattibene l’incarico di coordinatore della fase di redazione del piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche, che dovrà svilupparsi in una logica di collaborazione con le realtà associative. In questo senso la struttura tecnica dell’assessorato ai Lavori Pubblici sta prendendo contatti con il consigliere comunale Antonio Vigiano, che anche in virtù della sua esperienza siamo certi saprà svolgere una funzione di raccordo con le associazioni che operano in questo settore”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sport

    B Love, prima ti abboni meno paghi: ecco le tariffe per chi vuole assicurarsi un posto allo Zac

  • Cronaca

    Vivono senza lavoro e in un monolocale di 20 metri: il caso disperato della famiglia Carmellino

  • Cronaca

    Pio e Amedeo annunciano Emigratis 3: “Renderemo onore a quella terza media serale che è in tutti noi”

  • Cronaca

    VIDEO | Al ghetto dei bulgari arrivano le ruspe, che però si fermano: sgombero rimandato

I più letti della settimana

  • Amodeo scrive a Mattarella, il progetto 'Moldaunia' sul tavolo del Presidente della Repubblica

  • Clima teso sui migranti, la Prefettura si rivolge ai comuni: sindaci in difficoltà. C'è chi dice 'no'

  • Ghetto dei Bulgari, il Comune ci riprova: lo sgombero il 27 giugno, ma l'ordinanza sarebbe sbagliata

  • La quarta mafia va contrastata con atti concreti. Tarquinio: “CSM nomini il procuratore capo di Foggia”

  • Migranti a Lucera, i cinquestelle bacchettano il sindaco: “Troppo facile dire ‘noi non li vogliamo’”

  • Quando dal palco di Salvini il sindaco Landella disse al centrodestra: "Uniti noi possiamo vincere"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento