Metta: “Voterò Silvestris-Gatta”. Paparella: “Si rischia di mettere in crisi il patto con gli elettori”

Per il presidente del Consiglio comunale “l’unica opzione possibile è rimanere neutrali e lasciare ai nostri elettori la massima libertà di scelta”. Il sindaco: “Gatta e Silvestris amici e persone perbene”

A sinistra Paparella, a destra Franco Metta

Mentre Franco Metta ha rivelato il sostegno a Silvestris al Senato e Gatta alla Camera, definendoli “suoi amici e persone perbene”, il presidente del Consiglio comunale di Cerignola Leonardo Paparella sembra non aver gradito la scelta di chi come il primo cittadino ha espresso pubblicamente la proprie scelte in vista delle elezioni del 4 marzo prossimo: “Pur provenendo da esperienze politiche diverse, questa realtà amministrativa nasce come sintesi di istanze e sensibilità eterogenee unite dalla volontà di dare vita ad una stagione amministrativa di rottura col passato recente e remoto di questa città”.

Paparella parte da questo preambolo per fissare la linea per le prossime elezioni politiche: “Come uomini delle istituzioni, figli di questa Giunta nata per accorciare la distanza con i cittadini e andare oltre la partitocrazia della città, l’unica opzione possibile è rimanere neutrali e lasciare ai nostri elettori la massima libertà di scelta. A differenza di quanto fatto da altre istituzioni cittadine che, manifestando apertamente la propria simpatia, rischiano di mettere in crisi quel patto con gli elettori che ci ha portati a Palazzo di Città, io credo nella sacralità delle istituzioni”

Per il primo cittadino, che un po’ ha sorpresa non sosterrà i civici targati Di Gioia-Emiliano, Gatta e Silvestris “saranno entrambi parlamentari e saranno i parlamentari di Cerignola, a cui, in assenza di alternative locali altrettanto vincenti, ci dovremo legare. Due cerignolani sarebbero stati preferibili, ma non le ho fatte io le liste”

Paparella incalza e conclude: “Chiedo a tutti i nostri elettori di andare a votare esercitando un diritto costituzionale, ma, al tempo stesso, è giusto evitare corse strumentali o appelli a favore del candidato x o del partito Y. Pur rispettando le scelte altrui, sono dell’idea che le istituzioni vadano tenute fuori dalle competizioni elettorali. Non faccio il tifo per l’elezione di alcun candidato ma, al tempo stesso, dal giorno dopo le elezioni sono pronto a collaborare con tutti gli eletti della zona nell’interesse di Cerignola e della sua cittadinanza”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Carabinieri setacciano l'area "internazionale" del Santuario di San Pio: scattano arresti e denunce

  • Sequestrati a Curci beni per 16 milioni, che il commercialista "che ha manifestato concreta pericolosità sociale" stava occultando

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

Torna su
FoggiaToday è in caricamento