Atto vandalico alla scuola media di Troia: "Non è la prima volta che accade, ma non saremo mai preda di quattro balordi"

Il duro commento del sindaco del comune dei Monti Dauni dopo l'incendio, causato dal lancio di un petardo, che ha distrutto il laboratorio musicale e il banco alimentare: "Abbiamo bisogno di più sicurezza, chiederò un incontro al Prefetto"

"La nostra città, la nostra comunità è altro rispetto a quello che è accaduto oggi. Troia non è, né sarà mai preda di quattro balordi". È il commento del sindaco Leonardo Cavalieri dopo l'atto vandalico che ha seriamente danneggiato alcuni locali della scuola media di Troia. 

"Ho chiesto ai responsabili di presentarsi in Comune per chiedere scusa alla scuola e all’intera comunità. Le autorità competenti stanno eseguendo le indagini per risalire agli autori, mi pare ovvio che scatterà la denuncia.

Non tocca certo a me punire, sarà la legge a fare il giusto corso, ma chiedere scusa significa ammettere la colpa, il primo passo verso la presa di coscienza rispetto ad un gesto che ha distrutto il laboratorio musicale e il banco alimentare e che avrebbe potuto provocare danni ancor più gravi, che non voglio neanche immaginare.

L’incendio di stamane, però, si somma a una serie di altri atti vandalici messi a segno, negli ultimi mesi, da chi non ha un minimo senso di coscienza civica. Episodi spesso gravi che rendono, anche nella percezione, meno sicura la città. In un comune come il nostro, che conta oltre 7 mila abitanti, che si estende su un territorio molto vasto dove sono attive decine di aziende, e dove vivono tantissimi cittadini, è forte l’esigenza di un maggiore controllo da parte delle forze dell’ordine.

Abbiamo bisogno di più sicurezza, per questo, lunedì chiederò un incontro al Prefetto.
Tra telefonate, messaggi, e post sulla pagina facebook del Comune emerge la giusta indignazione dei cittadini, ma permettetemi di mettere in risalto anche i messaggi ricevuti di solidarietà alla scuola, al Comune, alla comunità, e quelli di concreta offerta di aiuto.
C’è chi ha offerto gratuitamente la propria opera per gli interventi di ricostruzione dei locali distrutti dalle fiamme e chi si è reso disponibile per contribuire all’acquisto delle derrate del Banco Alimentare. Grazie di cuore…Troia è questa". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Foggia: trovato cadavere in un'auto

  • Coronavirus: le persone con il gruppo sanguigno A sviluppano sintomatologie più gravi, gruppo 0 è più protetto

  • Palpeggia, solleva e stringe a sè ragazza in via Sabotino. Interviene la polizia. Cittadino denuncia: "Siamo stanchi"

  • "Il botto è stato tremendo". Carabinieri evitano il linciaggio di due giovani, nel tamponamento ferito un bambino

  • Violenza sessuale su ragazza di 20 anni. Il racconto tra le lacrime: "Mi teneva così stretta che non riuscivo a liberarmi"

  • Uomo scomparso a Foggia, da 24 ore non si hanno più notizie. I familiari: "Aiutateci a ritrovarlo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento