Alluvione Gargano, il M5S pungola il governo Regionale: “A che punto sono i lavori di ricostruzione?”

A due anni dalla tragica alluvione i consiglieri regionali Barone e Trevisi hanno depositato un'interrogazione per avere aggiornamenti sullo stato dei lavori e sull'utilizzo dei fondi europei

A che punto sono i lavori per la messa in sicurezza dei territori del Gargano? Come vengono utilizzati i fondi assegnati? È quanto chiedono i consiglieri regionali del M5S Barone e Trevisi nell’interrogazione indirizzata alla giunta regionale, a due anni dalla tragica alluvione che ha portato morte, paura e distruzione sul Gargano.

Secondo i consiglieri regionali il Gargano lamenterebbe un grosso deficit in termini di attenzioni e tutele da parte del Governo Regionale. Barone e Trevisi pongono l’attenzione sulle opere – messa in sicurezza dei canali e ripristino degli argini – rimaste incompiute e che potrebbero portare a un nuovo disastro se un’altra alluvione dovesse colpire quelle zone.

“Sarebbe stata necessaria una maggiore attenzione e informazione sul problema Gargano soprattutto perché poco è stato fatto, e molto ancora si deve fare”, affermano i consiglieri pentastellati, che poi si domandano quali comuni del Gargano abbiano presentato i progetti per cantierizzare gli interventi previsti con i fondi europei. “Nonostante il passaggio di staffetta dei due governi pugliesi, ancora oggi le famiglie non hanno avuto nessun tipo di agevolazione tangibile da parte dello Stato, senza considerare la mancata tutela del Lago di Varano e di altre bellezze naturali del Gargano, accusano la Barone e Trevisi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ci chiediamo – concludono gli esponenti del M5S - se ci siano azioni di sostegno previste per assicurare che i comuni presentino in tempo utile i progetti e che provvedano a spendere in modo efficiente le risorse assegnate. Il M5S continuerà a vigilare sulla attribuzione e destinazione dei fondi affinché possano essere distribuiti con trasparenza ed efficienza; occorre infatti un ripristino e riordino di tutta una serie di infrastrutture danneggiate per prevenire nuove tragedie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Giornata drammatica, bollettino choc per la provincia di Foggia: nove morti e 52 casi positivi

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • Piero Pelù, rocker innamorato in quarantena a Foggia: "Sono corso da Gianna appena in tempo, in due ci diamo forza"

  • Incendio sulla 'pista', vigili del fuoco accerchiati e derubati delle attrezzature: notte di follia a Borgo Mezzanone

  • Tragedia ad Alberona, c'è una vittima: estratto dalle macerie il corpo di una donna: nel crollo 6 persone tratte in salvo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento