Alluvione Gargano, il M5S pungola il governo Regionale: “A che punto sono i lavori di ricostruzione?”

A due anni dalla tragica alluvione i consiglieri regionali Barone e Trevisi hanno depositato un'interrogazione per avere aggiornamenti sullo stato dei lavori e sull'utilizzo dei fondi europei

A che punto sono i lavori per la messa in sicurezza dei territori del Gargano? Come vengono utilizzati i fondi assegnati? È quanto chiedono i consiglieri regionali del M5S Barone e Trevisi nell’interrogazione indirizzata alla giunta regionale, a due anni dalla tragica alluvione che ha portato morte, paura e distruzione sul Gargano.

Secondo i consiglieri regionali il Gargano lamenterebbe un grosso deficit in termini di attenzioni e tutele da parte del Governo Regionale. Barone e Trevisi pongono l’attenzione sulle opere – messa in sicurezza dei canali e ripristino degli argini – rimaste incompiute e che potrebbero portare a un nuovo disastro se un’altra alluvione dovesse colpire quelle zone.

“Sarebbe stata necessaria una maggiore attenzione e informazione sul problema Gargano soprattutto perché poco è stato fatto, e molto ancora si deve fare”, affermano i consiglieri pentastellati, che poi si domandano quali comuni del Gargano abbiano presentato i progetti per cantierizzare gli interventi previsti con i fondi europei. “Nonostante il passaggio di staffetta dei due governi pugliesi, ancora oggi le famiglie non hanno avuto nessun tipo di agevolazione tangibile da parte dello Stato, senza considerare la mancata tutela del Lago di Varano e di altre bellezze naturali del Gargano, accusano la Barone e Trevisi.

“Ci chiediamo – concludono gli esponenti del M5S - se ci siano azioni di sostegno previste per assicurare che i comuni presentino in tempo utile i progetti e che provvedano a spendere in modo efficiente le risorse assegnate. Il M5S continuerà a vigilare sulla attribuzione e destinazione dei fondi affinché possano essere distribuiti con trasparenza ed efficienza; occorre infatti un ripristino e riordino di tutta una serie di infrastrutture danneggiate per prevenire nuove tragedie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Cerignola: spara e uccide la vicina, ferisce la moglie e poi si toglie la vita

  • Scacco al clan: maxi operazione antimafia di Carabinieri e Cacciatori, 50 arresti (anche a Foggia e Cerignola)

  • Mamma 'scatenata', in auto con i figli minori forza posto di blocco e avvia pericoloso inseguimento

  • Mafia garganica: catturato alle Canarie 'U meticcio', è rientrato in Italia dopo l'arresto del blitz 'Neve di Marzo'

  • Aggredito il consigliere comunale Massimiliano Di Fonso: picchiato da 5 uomini, finisce in ospedale

  • Ladri di olive in azione, dipendenti del frantoio fingono di non accorgersene. Irrompono i carabinieri, un arresto e furto sventato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento