Venti sub ripuliscono la statua di San Pio. Da 18 anni protegge i fondali delle Tremiti

La pulizia della statua – che rientra nella campagna CleanUP2016 del Parco Nazionale del Gargano – è stata realizzata grazie al coinvolgimento di tre centri di immersioni operanti sulle Isole Diomedee

L'operazione di pulizia

E’ tornata come nuova la statua di San Pio che da 18 anni protegge i fondali delle Isole Tremiti. Liberata da alghe e incrostazioni, l’operazione è stata portata a termine da venti sub provenienti da diverse parti d’Italia, da Parma, Rimini, Cesena, Prato, Foggia e Milano, supportati dallo staff del centro di immersioni Marlin Tremiti con l’assistenza della Capitaneria di Porto e con la benedizione di Padre Massimo.

Altre tre metri e adagiata su un fondale di 14 in località Isola di Capraia, la pulizia della statua rientra nella campagna CleanUP2016 fortemente voluta dal Parco Nazionale del Gargano (Ente gestore dell’Area Marina Protetta) e realizzata grazie al coinvolgimento di tre centri di immersioni operanti sulle Isole Diomedee: Marlin Tremiti, Blue Tremiti e Aquodiving Aquolina.

CleanUp2016 continuerà l’11 e il 18 settembre con altre due giornate volte a proteggere l’ecosistema marino dell’Area Marina Protetta che offre ai visitatori, subacquei e appassionati, tanti angoli di natura incontaminata, oltre quaranta siti di immersione e ben quattordici siti archeologici. 

RIPULITI I FONDALI DELLE ISOLE TREMITI

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tragedia nel Foggiano: morta 11enne, genitori ricoverati in gravi condizioni a San Giovanni Rotondo

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento