Notizie dalla Manfredonia che funziona. La città sipontina punto nevralgico del fermento culturale del territorio pugliese

Stefania Marrone - drammaturga e direttrice organizzativa di Bottega Degli Apocrifi - eletta vicepresidente di C.Re.S.Co., Coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

A guardarla dal punto di vista del teatro, si ha la sensazione che la periferica Città di Manfredonia - ultimamente sotto i riflettori per le vicende legate all’Amministrazione e per le decisioni ministeriali che ne hanno decretato lo scioglimento per infiltrazioni mafiose - sia un punto nevralgico del fermento culturale del territorio pugliese. È questa la sensazione che arriva pensando a Favolosamente Vera, la rassegna che da anni porta al Comunale “Lucio Dalla” il più bel teatro nazionale e internazionale dedicato alle nuove generazioni. Dopo “Ahia!” (Premio Eolo come miglior spettacolo) andato in scena domenica 10 novembre davanti a oltre 200 spettatori incantati, il prossimo appuntamento in cartellone è “La storia di Hansel e Gretel” (spettacolo vincitore del premio “L’uccellino azzurro” - Festival di teatro ragazzi “Ti fiabo e ti racconto” di Molfetta). È questa la sensazione che arriva pensando che anche quest’anno, contro ogni pronostico, la Stagione di Prosa ci sarà.

«Prestissimo tutti i dettagli», assicurano dagli Apocrifi. È questa la sensazione che arriva sapendo della menzione al Premio Rete Critica per lo spettacolo “Uccelli” (che torna a Manfredonia dal 29 novembre al 2 dicembre) da parte di PAC - PaneacquaCulture, o dei più di 100 adolescenti che rispondono alla convocazione di un laboratorio teatrale gratuito, o della grande partecipazione dei cittadini agli incontri sul palco che partono come “avvicinamento al teatro” e somigliano sempre più ad un “avvicinamento alla vita”. È questa, infine, la sensazione che arriva da Verbania, dove lo scorso 29 ottobre Stefania Marrone - drammaturga e direttrice organizzativa della compagnia Bottega degli Apocrifi - è stata riconfermata all’interno del Direttivo C.Re.S.Co. (Coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea) con il ruolo di vicepresidente. Nel comunicato ufficiale di C.Re.S.Co. si legge: « (…) A nove anni dalla sua fondazione a Bassano del Grappa, nel settembre 2010, il Coordinamento ha rinnovato la sua struttura confermando, fra gli 11 i membri che rappresenteranno il Coordinamento nazionale, tutti i membri del direttivo uscente che si erano candidati: Francesca D’Ippolito, Hilenia De Falco, Elena Lamberti, Stefania Marrone, Elina Pellegrini, Laura Valli e Salvatore Zinna. A questi si aggiungono Chiara Baudino, Davide D’Antonio, Antonella Iallorenzi, Napoleone Zavatto. Si configura così il gruppo di lavoro che rimarrà in carica per 2 anni, con la presidenza di Francesca D’Ippolito e la vicepresidenza di Stefania Marrone». Due anni in cui il Coordinamento continuerà a lavorare per la valorizzazione della scena contemporanea, la tutela dei lavoratori dello spettacolo, l’individuazione delle funzioni (e delle responsabilità) dei soggetti pubblici e privati, il riconoscimento del valore della formazione teatrale, la sostenibilità delle imprese legate allo spettacolo dal vivo, la definizione della responsabilità politica dell’arte. Sfide importanti per il comparto dello spettacolo dal vivo e per l’intero sistema culturale; ma sfide capaci anche di innalzare il livello del pensiero e delle conversazioni delle comunità che su di esse di interrogano. https://www.bottegadegliapocrifi.it/

Torna su
FoggiaToday è in caricamento