Al via il 17esimo festival della letteratura mediterranea a Lucera

Venerdì l’anteprima con Il Rito e lo Slam Poetry a cura di Marko Miladinovic.Sabato l’apertura ufficiale con Il Rito e Vicini da Altrove, audiodocumentario live di Valerio Millefoglie.Dialogo su Poesia & Conflitto con Cristina Carlà, Marko Miladinovic e Julian Zhara.A fine incontri tutti al Vecchio Parco della Villa Comunale per il Dopofestival.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Sta per iniziare il XVII Festival della Letteratura Mediterranea che andrà in scena a Lucera dal 20 al 22 settembre e ruoterà attorno al tema indicato dal titolo “Stato Privato di Agitazione”. Tanti i preparativi che hanno voluto coinvolgere la comunità. Dopo la campagna teaser lanciata dagli organizzatori, che ha visto prendere dimora in città i cinque scrittori ispiratori del tema, numerosi lenzuoli sono comparsi sui balconi con su scritti diversi e intimi “stati di agitazione”.

Molto partecipata è stata anche la giornata di domenica 15 settembre nel Vecchio Parco della Villa Comunale per il raduno pre-Festival, che ha visto il contributo del “Mastro Cerimoniere” Marco Terenzio Barbaro e degli artisti Paulina Lidia Sroka e Salvatore Lovaglio. La nuova edizione del Festival prevede venerdì 20 settembre alle ore 20.00 l’Anteprima presso il Lupus Cafè | Bistrot | Bollicineria in via Schiavone. In programma due momenti: la prima parte del Rito - a cura di Marco Terenzio Barbaro - e lo Slam Poetry a cura di Marko Miladinovic.

Il Rito, introdotto per la prima volta lo scorso anno, torna rinnovandosi e coinvolgendo artisti e musicisti del territorio; sarà un momento intimo e magico che attraverso rievocazioni di nenie, canti e parole antiche intende celebrare il legame con il passato e il senso di comunità, dando valore all’identità fondata sullo scambio di conoscenze. Spazio alla poesia (in continuità con la precedente edizione) con lo Slam Poetry: avanspettacolo di poesia orale e prestante con vincitore, condotto da Marko Miladinovic. Ad affrontarsi a colpi di versi saranno otto poeti pugliesi: Andrea Bitonto (Alberobello), Mario Badino (Mesagne), Gionata Atzori (San Vito dei Normanni), Cristina Carlà (Monteroni di Lecce), Daniela d’Elia (Foggia), Antonio Bux (Foggia), Giuseppe Todisco (Foggia) e Francesco Palmieri (Lecce).

Il vincitore sarà decretato dal pubblico presente e la competizionevedrà protagonista anche la musica con lo “stacchiere” Emanuele Menga. L’apertura ufficiale del Festival si terrà sabato 21 settembre alle ore 19.30 in Piazza Duomo - lato via Carlo D’Angiò. Alla seconda parte del Rito seguirà Vicini da Altrove, l’audiodocumentario live proposto e realizzato in occasione del Festival da Valerio Millefoglie. Lo scrittore e giornalista culturale (ma anche performer e musicista), firma d’interessantissimi reportage narrativi sul Venerdì della Repubblica e altre testate, è già a Lucera e dintorni per visitare i luoghi in cui vivono i migranti, raccogliere le loro voci e farle incontrare con quelle della gente del posto.

Alle ore 21.00 comincia il dialogo sul tema Poesia & Conflitto tra i poeti Cristina Carlà - poetessa, performer, traduttrice e interprete - Julian Zhara - poeta, performer e organizzatore di eventi culturali - e Marko Miladinovic - poeta, artista visivo e performer alla sua seconda volta qui a Lucera. Subito dopo Marko Miladinovic proporrà al pubblico la sua performance di Stand up poiesis. Tutte le serate prevedono, a fine incontri, un Dopofestival a cura di Pierluigi Vannella: condito da musica e performance open mic, è stato inserito quest’anno in programmazione ma nasce dall’esperienza degli anni scorsi; rappresenta un ulteriore spazio di confronto tra il pubblico e gli ospiti e prenderà vita nel Vecchio Parco della Villa Comunale. Il XVII Festival della Letteratura Mediterranea è organizzato dall’associazione Mediterraneo è Cultura in collaborazione con Regione Puglia, Comune di Lucera, Fondazione dei Monti Uniti di Foggia, Club per l’Unesco di Lucera e vanta il patrocinio dell’Università di Foggia.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento