Rignano Garganico, fervono i preparativi per il Presepe Vivente

Il tema di quest'anno, "Il sorriso in un abbraccio", mette in evidenza oltre all'aspetto storico-culturale e sociale, l'aspetto solidale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Fervono i preparativi nel più piccolo e affascinante comune del Gargano per la XVI edizione del Presepe Vivente. A 590 metri sul livello del mare, nel cuore del Parco Nazionale del Gargano, con scenari, colori, atmosfere e profumi irripetibili, Rignano Garganico rinnova la tradizionale rappresentazione della Sacra Natività.

Nata nel 1998 su progetto scolastico dell'Istituto Comprensivo "San Giovanni Bosco" di Rignano Garganico, la rappresentazione si è arricchita di anno in anno, grazie ad un sapiente lavoro di ricerca sulla vita di un tempo, fatta di semplicità e di tanto rispetto personale.

Grazie al patrocinio del Comune di Rignano Garganico, del Parco Nazionale del Gargano, della Regione Puglia, della Provincia di Foggia, della collaborazione della Parrocchia Maria SS Assunta, dell'Istituto Comprensivo San Giovanni Bosco, delle associazioni Avis, Pro Loco Rignano Garganico, Consorzio Pro Loco Gargano, La Voce delle Donne, A.N.VV.F.C. - Protezione Civile, Amici di San Rocco, Polisportiva, Viva la Vita Onlus Puglia e dei cittadini tutti rivivranno, proprio come nella migliore tradizione, "scene" di vita quotidiana, lavorativa e famigliare degli anni '30, attraverso usi e costumi ormai passati, ma ancora presenti nella memoria dei rignanesi.

Nel percorso che conduce alla grotta della Santa Natività, attraverso il centro storico dell'affascinante borgo medievale, saranno allestite le botteghe degli antichi mestieri, che rivivranno grazie ai tanti attori in abiti d'epoca, intenti a lavorare coi metodi ed attrezzi originali e perfettamente funzionanti, i momenti tipici della vita quotidiana.

Ed ecco quindi la massaia, il fabbro, il calzolaio, le ricamatrici, gli zampognari, il contadino che ritorna dai campi, il lattaio che cerca di vendere il latte appena munto, lo speziale, il venditore di verdure. Si potranno gustare prodotti enogastronomici tipici natalizi e non, che scalderanno, nel freddo inverno garganico, palato e cuore.

Il tema di quest'anno, "Il sorriso in un abbraccio", mette in evidenza oltre all'aspetto storico-culturale e sociale, l'aspetto solidale. Infatti l'edizione 2013 del Presepe Vivente sarà dedicata ai bambini del reparto di Oncoematologia Pediatrica in cura presso l'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, in cui opera l' A.G.A.P.E Onlus, l'associazione che dal 1992 offre il giusto supporto per far sentire meno ospedalizzato il bambino e che, in occasione di questa manifestazione, sarà presente con uno stand curato da volontari agape, per una vendita benefica a favore, appunto, del suddetto reparto.

Una delegazione del Presepe Vivente sarà ospite il giorno 21 dicembre 2013, alla tradizionale festa natalizia organizzata dall'A.G.A.P.E. presso il Poliambulatorio Giovanni Paolo II, per portare sorrisi, gioia e abbracci ai piccoli pazienti e alle loro famiglie. Dal 2010 il Presepe Vivente di Rignano Garganico, è gemellato con il Presepe Vivente di Deliceto (FG), dove Sant'Alfonso Maria de' Liguori, Vescovo di Napoli, compose la celebre nenia natalizia "Tu scendi dalle stelle".

L'attenzione, i servizi giornalistici e i riconoscimenti ricevuti nel corso degli anni, sono stati così numerosi da spingere il Parco Nazionale del Gargano, a finanziare un film-documentario proprio sul Presepe Vivente. Invitiamo quindi i cittadini, i conterranei, i curiosi e tutti gli interessati, a vivere con noi un momento di aggregazione culturale, tradizionale e storico, unico ed irripetibile che, vi promettiamo, non mancherà di regalarvi e emozioni e momenti davvero indimenticabili

 

Torna su
FoggiaToday è in caricamento