Mafia e criminalità nel Foggiano: a Piemontese e D’Adamo il premio di laurea ‘Francesco Marcone’

I due laureati hanno discusso una tesi di laurea magistrale presso uno dei dipartimenti dell’Università degli Studi di Foggia, avente ad oggetto lo studio delle mafie e della criminalità organizzata in Capitanata

I due vincitori

Ieri pomeriggio presso la Fondazione Monti Uniti si è svolta la cerimonia di conferimento del primo premio di laurea dedicato alla memoria di Francesco Marcone, istituito dalla Fondazione per onorare tutte le vittime della mafia e della criminalità organizzata in Capitanata e per affermare e diffondere la cultura della legalità.

Durante la cerimonia, nel corso della quale sono stati premiati i vincitori Maria Assunta D’Adamo e Felice Piemontese, sono intervenuti il presidente della Fondazione, Aldo Ligustro, la vice presidente di Libera, Daniela Marcone ed il fratello Paolo, i figli dell'ex direttore dell'Ufficio del Registro assassinato in circostanze tutt'ora misteriose nel 1995.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il premio, riservato ai laureati che abbiano discusso una tesi di laurea magistrale presso uno dei dipartimenti dell’Università degli Studi di Foggia, avente ad oggetto lo studio delle mafie e della criminalità organizzata in Capitanata, avrà cadenza annuale e verrà assegnato ogni anno in occasione della Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Foggia: trovato cadavere in un'auto

  • Coronavirus: le persone con il gruppo sanguigno A sviluppano sintomatologie più gravi, gruppo 0 è più protetto

  • Palpeggia, solleva e stringe a sè ragazza in via Sabotino. Interviene la polizia. Cittadino denuncia: "Siamo stanchi"

  • "Il botto è stato tremendo". Carabinieri evitano il linciaggio di due giovani, nel tamponamento ferito un bambino

  • Violenza sessuale su ragazza di 20 anni. Il racconto tra le lacrime: "Mi teneva così stretta che non riuscivo a liberarmi"

  • Uomo scomparso a Foggia, da 24 ore non si hanno più notizie. I familiari: "Aiutateci a ritrovarlo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento