Lavori allo Zaccheria, l'ultimatum della ditta Tucci: "Siano pagati i nostri lavori entro cinque giorni"

I legali scrivono al Comune chiedendo all'Ente, a Mongelli, Fredella e agli eredi di Agnusdei una lettera di costituzione in mora, per il pagamento di oltre 200mila euro, per i lavori effettuati allo stadio: "Pagamento entro 5 giorni o daremo corso alle iniziative giudiziarie"

Stadio Zaccheria

Non conosce fine il contenzioso tra la ditta Tucci Impredil srl e il Comune di Foggia. In una nota inviata al comune di Foggia, all’ex sindaco Gianni Mongelli, l’ex assessore Carmelo Fredella e agli eredi di Matteo Agnusdei, l’impresa chiede il pagamento immediato della somma di 220.544 euro, oltre l’Iva, per tutte le opere realizzate presso lo Stadio Pino Zaccheria di Foggia, tra cui lo smontaggio completo dei seggiolini danneggiati nei vari settori dell’impianto, in particolare la Tribuna Est.

Si legge nella lettera: “In base alle ben note disposizioni vigenti, e in ragione anche del recente orientamento del Tribunale di Foggia, in mancanza di un contratto e di una delibera ‘ad hoc’ dell’Ente Comunale di impegno contabile, registrato sul competente intervento o capitolo del bilancio di previsione, oltre che della correlata attestazione della copertura finanziaria, risponde del pagamento dei lavori effettuati dall’Impresa, il funzionario e/o gli amministratori e/o i dipendenti del medesimo Ente Comunale, venendosi a caratterizzare, in mancanza dei predetti adempimenti ‘la rottura del legame di immedesimazione organica tra agente e P.A.’ “.

Sulla scorta della documentazione in possesso, i legali della ditta attribuiscono diretta responsabilità per i lavori di manutenzione all’ex sindaco Mongelli, al responsabile del Rup Carmelo Fredella, e agli eredi dell’ex assessore ai lavori pubblici Matteo Agnusdei, scomparso nel giugno del 2013.

“Valga precisare che le responsabilità degli amministratori citati rinvengono anche dal Verbale del sopralluogo presso lo stadio del 18 dicembre 2014, sottoscritto anche dall’avvocato Sergio Cangelli, in qualità di assessore allo Sport, dal dott. Francesco D’Emilio, quale Assessore ai Lavori Pubblici, e dal geometra Carmelo Fredella, nonché dall’avv. Riccardo Ariostino e dalla ditta Tucci”, precisano i legali dell’azienda.

Attraverso la nota prot. N. 92273 dell’11 ottobre 2012, si attestava che la gran parte dei lavori (ovvero la rimozione dei seggiolini della Tribuna Est) si riferivano a lavori commissionati direttamente dall’allora Sindaco Mongelli, dall’Assessore Agnusdei e alla presenza del Capo Gabinetto Angelo Mascello.

Proprio in base a questi dati l’azienda chiede il pagamento dei lavori, e lancia un ultimatum al Comune: “Questo Ente, negli ultimi giorni sta assumendo prese di posizione pretestuose e defatigatorie, che tendono a negare il riconoscimento del debito in relazione alle opere pacificamente realizzate dalla Ditta Tucci e di cui il medesimo Ente ha beneficiato in quanto opera pubblica, presso lo stadio ‘Zaccheria’. Vi preannunciamo che la Ditta Tucci da noi assistita, stanca del ‘gioco delle tre carte, messo in atto dall’Ente, è pronta ad assumere tutte le iniziative richieste dal caso, anche in merito alla nota vicenda dell’ampliamento dello stadio e della convenzione che si sta stipulando con il Foggia Calcio”.

Concludono i legali della Tucci: “In mancanza del pagamento richiesto, e decorsi infruttuosamente 5 giorni dal ricevimento della presente, daremo corso alle iniziative giudiziarie richieste dal caso, nei confronti dei citati soggetti”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale sulla Statale 16: violento impatto tra un'auto e un tir, c'è una vittima

  • Musica d'estate in Capitanata: tutti i concerti a Foggia e in provincia

  • Shock a Milano, foggiana rifiutata da una "salviniana razzista" "Non ti affitto casa perché sei del Sud" (Audio)

  • Foggiana rifiutata, milanese "razzista e salviniana" ritratta: "Colpa della menopausa, disposta ad affittarle casa senza cauzione"

  • Milanese nega affitto a ragazza foggiana: "Sono razzista e leghista". Salvini : "È una cretina"

  • Neonato morto a Foggia, famiglia chiede 1,7 milioni ai Riuniti. Gli avvocati: "Cause non ascrivibili ai sanitari dell'ospedale"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento