Ruba i soldi dalla cassa e mette a soqquadro un negozio di telefonia: arrestato 24enne

Frank Nick Obozua si era introdotto in un negozio di telefonia in viale XXIV maggio, e dopo aver rubato i soldi dalla cassa aveva cominciato a rovesciare gli oggetti in vetrina e gli espositori di cover

La Polizia di Foggia ha arrestato nella giornata di ieri Frank Nick Obozua, 24enne cittadino nigeriano: l’accusa è di rapina impropria, lesioni personali e danneggiamento. L’intervento degli agenti è avvenuto intorno alle ore 12.30, quando il giovane è entrato nel negozio ‘Watch & Phone’ in viale XXIV Maggio, e si è impossessato con la forza del denaro contante custodito nel cassetto del registratore di cassa, dopo aver spintonato un dipendente che in quel momento era intento a servire la clientela. Non contento, Obozua ha anche tentato di appropriarsi di alcuni tablet e telefonini in esposizione.

Nelle fasi successive, il 23enne si è recato nuovamente in direzione del bancone, rovesciando di proposito a terra alcuni oggetti riposti nelle vetrine e alcuni espositori delle cover per telefoni cellulari, mettendo a soqquadro l’intero negozio.

Ne è dunque scaturita un’accesa colluttazione con il commesso e il titolare dell’attività commerciale, intervenuti nel tentativo di bloccare la furia del ragazzo e recuperare la refurtiva. L’immediato intervento di una volante in servizio di controllo del territorio nella zona interessate, unitamente a due pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Siderno, è stato fondamentale per bloccare il giovane e arrestarlo in flagranza di reato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A seguito della perquisizione personale, gli agenti hanno recuperato la somma di 150 euro, parte della quale sottratta al titolare del negozio. Dai successivi accertamenti effettuati in Questura, è emerso che al cittadino nigeriano fosse stata rigettata la richiesta d’asilo sul territorio nazionale da parte della Commissione per richiedenti asilo di Bari. Obozua aveva in seguito fatto ricorso presso il tribunale della stessa sede. Al termine delle formalità di rito il giovane è stato condotto presso il carcere di Foggia, a disposizione della Procura della Repubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Il gruppo Amadori vende azienda del Foggiano per 30 milioni. I nuovi proprietari sono le 'Fattorie Garofalo' di Capua

  • Coronavirus in Capitanata: positivo intero nucleo familiare. Piazzolla: "Tracciata catena dei contatti. Situazione sotto controllo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento