"Farabutti" incendiano 15 cassonetti in 7 giorni. Morese: "Fa rabbia che a Foggia nessuno veda mai nulla"

Cassonetti incendiati a Foggia: quindici in sette giorni. Morese: “Fa rabbia, tanta rabbia, il fatto che mai nessuno veda mai nulla in questa città"

Il cassonetto incendiato in via Mario Natola

Quindici cassonetti per la raccolta dei rifiuti distrutti in una settimana. Da giovedì 19 aprile ad oggi, giovedì 26, tanti sono i cassonetti incendiati in varie parti della città. Tutti dolosi, ovviamente, che colpiscono i vari quartieri della città a macchia di leopardo.

In media, si tratterebbe di due contenitori al giorno. Ma solo questa mattina il “bollettino” di Amiu ne ha registrati cinque. La mappa è presto detta: via Lucera, via Manzoni, via Tito Serra, via Telesforo e via Bonante. “Non si può parlare di quartieri più o meno colpiti, questi farabutti sono anche democratici nelle loro azioni”, fanno sapere dagli uffici foggiani di Amiu Puglia.

Scorribande che avvengono nella notte o alle prime luci dell’alba e che pesano, anche tanto, sulle tasche della collettività. Solo il raid di questa mattina, per intenderci, è costato ai foggiani 2000 euro, calcolando i costi delle varie tipologie di cassonetti distrutti: quelli in plastica per la differenziata, oppure quelli con capienza da 1100 litri con pedale e ribalta.

Circa 5000 euro, invece, il conto dell’intera settimana. “Fa rabbia, tanta rabbia, il fatto che nessuno veda mai nulla in questa città" spiega a FoggiaToday l’assessore all’Ambiente, Francesco Morese. Ci si appella solo alla presenza delle telecamere, che sono sì importanti, ma che da sole non bastano”.

Come se la presenza di ‘occhi elettronici’ sia un alibi per girare la testa dall’altra parte. La prossima settimana, intanto, è prevista la consegna di 400 cassonetti per la raccolta dei rifiuti, prima tranche dei 1200 garantiti ad inizio anno per la città di Foggia. Sperando che non abbiano, anche questi, vita breve.

Potrebbe interessarti

  • A spasso nel Gargano e quella torre che si affaccia sul mare cristallino tra i laghi di Lesina e Varano

  • Come allontanare api, vespe e calabroni: alcuni rimedi naturali

  • Gargano da amare: dai faraglioni di Mattinata al castello di Manfredonia, dalla Basilica di Siponto alla grotta di San Michele

  • Gli usi del bicarbonato di sodio che ancora non conosci

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Statale 16, terribile scontro tra Lesina e San Severo: un morto e un 24enne trasportato in ospedale

  • Voleva togliersi la vita, Roberta lo ha salvato e poi il blackout: così Francesco l'ha uccisa a mani nude

  • Ultim'ora | Vento forte, grandine e fulmini sul Gargano: il maltempo minaccia l'estate in Capitanata

  • San Severo sotto shock piange Roberta Perillo: "È in un altro mondo, dove esiste amore autentico"

  • Ultim'ora | Omicidio a San Severo, giallo in via Rodi: uccisa una donna

  • "Non l'ho uccisa perché voleva lasciarmi", ma Roberta non c'è più. La denuncia sui social: "Le amiche sapevano, nessuno l'ha ascoltata"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento