Operazione 'Week-end' a Foggia: blitz in locali ed esercizi del centro storico, sanzioni e sospensioni

Undici attività tra ristoranti, pub, pizzerie, bar, pasticcerie e kebabberie sono risultate irregolari. Trovati lavoratori in nero, eseguiti provvedimenti di sospensioni e maxi sanzioni

Foto d'archivio

Il 23, 24 e 25 marzo scorsi l’Ispettorato Nazione del Lavoro ha disposto un’attività di controllo a Foggia, finalizzata a contrastare l’utilizzo di manodopera irregolare e/o in nero nei settori della ristorazione e pubblici esercizi.

Nell’ambito di una vasta attività, coordinata dall’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Foggia, dal Comando Gruppo Tutela del Lavoro di Napoli e dal Comando Provinciale Carabinieri di Foggia, condotta congiuntamente da ispettori del lavoro di Foggia, personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Foggia, del Gruppo Tutela del Lavoro di Napoli, collaborati da personale dell’Arma dei Carabinieri della Compagnia di Foggia, sono state controllate venti attività lavorative di cui undici risultate irregolari; identificati 98 lavoratori di cui 27 occupati in ‘nero’ (quattro extracomunitari);  adottato, per otto aziende, il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale in applicazione dell’art. 14 c. 1 del D.l.vo 81/2008 modificato dal D.l.vo n. 106/2009, in quanto è stato accertato l’impiego di personale non risultante dalle scritture obbligatorie in misura pari o superiore al 20% del totale dei lavoratori regolarmente occupati; denunciati in stato libertà, alla competente Autorità Giudiziaria, tre titolari di pubblici esercizi, in quanto resisi responsabili di aver istallato e messo in uso un sistema di videosorveglianza con telecamere aventi puntamento all’interno dei luoghi di lavoro che consentiva il controllo a distanza dei dipendenti in violazione dell’art. 4 e 38 della legge 300/19790 (statuto dei lavoratori);

L’attività di contrasto al lavoro ‘nero’ è stata svolta con specifici servizi, nelle ore serali, soprattutto nel centro storico (zona Cattedrale) di Foggia, ed ha riguardato ristoranti, pub, pizzerie, kebab, mentre nelle ore del mattino, della domenica, l’attività di pasticcerie. Fondamentale, alla riuscita dell’operazione, è stata una mirata attività di ‘intelligence’

Accertate violazioni amministrative in materia di lavoro e maxi sanzioni per lavoro nero per circa 88.000,00 euro, nonché adottati tre provvedimenti di prescrizione penale e relative ammende per un totale di circa euro 4.000,00.

Tale operazione segue un’intensa e penetrante opera informativa, svolta, in sinergia tra l’ITL di Foggia, i reparti territoriali dell’Arma e il NIL di Foggia, volta al monitoraggio del fenomeno in questione e all’individuazione degli obiettivi d’interesse da controllare. L’attività ispettiva ed investigativa continuerà anche in altri settori lavorativi in sinergia con i vari “attori” interessati (Ispettori del Lavoro di Foggia, Arma dei Carabinieri e NIL di Foggia) .

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale sulla Statale 16: violento impatto tra un'auto e un tir, c'è una vittima

  • Musica d'estate in Capitanata: tutti i concerti a Foggia e in provincia

  • Foggiana rifiutata, milanese "razzista e salviniana" ritratta: "Colpa della menopausa, disposta ad affittarle casa senza cauzione"

  • Maxi rissa a Foggia, paura e sangue in via Bagnante: il bilancio è di sette arresti e due persone in ospedale

  • Neonato morto a Foggia, famiglia chiede 1,7 milioni ai Riuniti. Gli avvocati: "Cause non ascrivibili ai sanitari dell'ospedale"

  • Milanese nega affitto a ragazza foggiana: "Sono razzista e leghista". Salvini : "È una cretina"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento