GdF di Foggia incastra 'professionista' evasore: aveva nascosto oltre 2200 consulenze al Fisco (e 100mila euro)

Nei guai un libero professionista di Lucera. L’analisi dei dati e le indagini sulle posizioni bancarie e patrimoniali dello stesso hanno permesso di constatare che aveva nascosto al fisco, in cinque anni, ben 2.231 prestazioni professionali, eseguite “in nero” nei confronti di centinaia di clienti

Immagine di repertorio

Professionista di Lucera nasconde al fisco oltre 2200 consulenze per oltre 100mila euro di compensi. E' quanto scoperto dai militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Foggia, che hanno concluso una verifica fiscale nei confronti di un libero professionista di Lucera, constatando la mancata denuncia di redditi, dal 2015 al 2019, per oltre 100mila euro a fronte di oltre 2200 consulenze eseguite senza il rilascio di alcun documento fiscale.

La scelta del professionista da sottoporre a verifica fiscale è avvenuta all’esito di una attenta selezione effettuata incrociando i numerosi dati in possesso del Corpo, attraverso cui i militari della Tenenza di Lucera hanno rilevato una significativa differenza tra il tenore di vita condotto dal professionista e i redditi dichiarati dallo stesso al fisco.

A catturare l’attenzione dei finanzieri è stata anche l’adesione del professionista, per diversi anni, al regime fiscale agevolato per l'imprenditoria giovanile che gli ha permesso, illecitamente, di pagare un’imposta sui redditi molto più bassa rispetto a quella dallo stesso dovuta all’erario. Eseguito l’accesso nello studio del professionista, i finanzieri hanno scoperto l’evasione spulciando tra la contabilità e i dati informatici custoditi nei computer in uso nello studio.

L’analisi dei dati e le contestuali indagini sulle posizioni bancarie e patrimoniali del professionista hanno permesso di constatare che il contribuente aveva nascosto al fisco, in cinque anni, ben 2.231 prestazioni professionali, eseguite “in nero” nei confronti di centinaia di clienti. Durante i controlli è stato altresì accertato l’impiego nello studio professionale di un lavoratore in nero con mansioni di segreteria.

L’operazione di servizio testimonia il costante impegno della Guardia di Finanza quale forza di polizia economico-finanziaria volta anche al contrasto dell’evasione e delle frodi fiscali che danneggiano le risorse economiche dello Stato e alterano le regole concorrenziali del mercato a scapito dei cittadini e imprenditori onesti. Contrastare l’evasione fiscale vuol dire anche garantire un fisco più equo e proporzionale all’effettiva capacità di ognuno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Statale 90, incidente mortale tra Foggia e Orsara: due vittime nello scontro tra un pullman e un'auto

  • Terribile incidente a Poggio Imperiale: scontro in A14, muore bimbo di 3 anni, due feriti gravi

  • Allarme a San Severo, cittadini denunciano: "C'è una pantera in città'"

  • Bomba a Foggia: colpito 'Il Sorriso di Stefano' di Vigilante, all'interno ragazza avverte malore

  • Incidente mortale: comunità in lacrime per Simone, il bambino deceduto nel terribile impatto tra due auto sulla A14

  • "Venite, c'è un tipo sospetto in viale Ofanto": cittadino lo segnala al 113, polizia arriva e 'acciuffa' truffatore

Torna su
FoggiaToday è in caricamento