Minacce e incalzanti richieste di interessi, vedova sporge denuncia: condannata 'strozzina'

Uno dei casi più inquietanti che si è trovata ad affrontare la fondazione Buon Samaritano presieduta dall’ing. Pippo Cavaliere. Sei anni e mezzo all’imputata

Immagine d'archivio

Si è concluso in tempi brevissimi, a distanza di poco più di un anno dalla denuncia, il processo a carico di un’imputata per il reato di usura. La prima sezione penale del Tribunale di Foggia, presieduta dal giudice Maria Mancini, ha emesso una dura condanna per il reato di usura, accogliendo così le richieste della procura della repubblica, della fondazione antiusura Buon Samaritano, rappresentata dall’avvocato Maria Laura Trisciuoglio, e della parte offesa rappresentata dagli avvocati Enrico Rando ed Andrea D’Amelio.

Per il presidente Giuseppe Cavaliere, “una tempistica così breve rappresenta l'ennesima dimostrazione dell'efficienza del sistema giudiziario quando le vittime dei reati di usura ed estorsione collaborano, creando così i presupposti per una più efficace forma di contrasto al dilagante fenomeno criminale”. Aggiunge l’ingegnere: “In relazione a quanto sopra, la Fondazione esprime il suo più vivo apprezzamento all'autorità giudiziaria ed alle forze dell'ordine per il prezioso servizio reso alla collettività”.

Anche in questa circostanza la Fondazione non ha esitato a costituirsi parte civile al fine di tutelare chi è vittima del grave fenomeno usurario, di violenze ed intimidazioni, ed al fine di sancire il primato di un diritto costituzionale, la salvaguardia della dignità dell'essere umano nella sua dimensione sociale.

Nel caso in questione, tra i più inquietanti che la Fondazione si è trovata finora ad affrontare, la vittima, una vedova sola ed indifesa, non potendo più fronteggiare le sempre più  incalzanti richieste di interessi, ripetutamente minacciata, persa ogni forma di dignità per le continue umiliazioni subite, si è ribellata ed ha sporto denuncia, una decisione che le ha consentito di riacquistare fiducia in se stessa e la dignità perduta e di guardare al futuro con la dovuta serenità.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Ma si sapete quanto gle ne f..... a questa " signorotta"! Se ne becca un altro lo fa secco lo stesso!!

  • Colmiamo una lacuna : si chiama Anna Ciuffreda ! E, comunque, questo dimostra che, quando i fatti sono veri e reali, alla fine si giunge alla conclusione : purtroppo, è anche accaduto, negli anni passati, che lo strumento della Fondazione fosse utilizzato solo strumentalmente, da chi metteva in piedi complessi meccanismi, e poi cercava di passare dall'altra parte, sottraendosi anche a pagamenti dovuti ! Il tutto, finalizzato anche ad ottenere gli aiuti economici, gestiti tramite la Fondazione stessa ! Fa quindi piacere leggere oggi del nuovo corso, portato avanti dal Presidente Cavaliere.

  • Dagli strozzini bisogna stare alla larga sempre, anche senza conoscere il nome. Ci sono tante agenzie che prestano soldi a tassi che, seppur alti, non sono da tiranni e non fanno minacce e intimidazioni.

  • Ma nel servizio in questione non si menziona per niente il nome della strozzina. Ci si chiede, perché tanto pudore da parte del giornale. Questa gentaglia va pubblicizzata al massimo, affinché ognuno di noi possa stare quanto più possibile alla larga da essa.

    • Leggi la stessa notizia su l'immediato e leggerai i nomi, oltre ad essere scritta meglio ed in maniera più netta

      • Grazie dell'informazione.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Vento forte e burrasca rovinano la pasquetta in Puglia: è "allerta gialla" anche in Capitanata

  • Cronaca

    Minaccia di morte una donna, lei chiama il 112: carabiniere aggredito in strada e "nessuno è intervenuto"

  • Cronaca

    Sparano ad un passante con un fucile da sub: arrestati due 'evasi' da struttura sanitaria di Foggia

  • Cronaca

    Arriva la polizia, lancia hashish dalla finestra e ingerisce cocaina: 26enne arrestato (in ospedale)

I più letti della settimana

  • Incidente stradale: cinque auto coinvolte e 10 feriti, elisoccorso sul posto e tratto della provinciale Lucera-Biccari chiuso

  • Omicidio di mafia sul Gargano, svolta sull'uccisione di Silvestri: arrestate due persone su ordine della DDA

  • Attimi di paura in un fondo agricolo: incastrato con la gamba nella fresatrice, agente penitenziario portato in ospedale

  • Lacrime, commozione e applausi. Stefania davanti al feretro di Vincenzo: "Ciao amore mio!"

  • Attimi di terrore nella gioielleria: titolare aggredito perde i sensi, cliente in ginocchio e fuga con i preziosi (arrestati)

  • Trema la terra nel Foggiano: scossa di terremoto con epicentro a Cerignola

Torna su
FoggiaToday è in caricamento