A bordo di un'auto rubata, forza posto di blocco e sperona carabinieri: arrestato

Facilmente intuibile il motivo del tentativo di fuga: l'autovettura sulla quale Paolo D'Anna viaggiava è risultata essere provento di furto perpetrato nella stessa giornata a Polignano a Mare. L'uomo è agli arresti domiciliari

Immagine di repertorio

Scappa a bordo di un'auto rubata nel barese, ma non passa inosservato ai carabinieri di Cerignola. I militari della stazione ofantina, hanno così arrestato un 44enne pluripregiudicato del posto - Paolo D'Anna -  per resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione, nel corso di un servizio di pattugliamento del territorio cittadino nel popolare quartiere “Torricelli”.

I militari - avendo riconosciuto l'uomo alla guida di una Hyunday Tucson e consapevoli della “professione” dello stesso, già arrestato più volte per reati della medesima natura - gli hanno intimato l’alt. L’uomo, anziché arrestare la corsa, ha tentato di fuggire non riuscendo comunque a sorprendere i militari che, dopo un inseguimento, sono riusciti a raggiungerlo nonostante i tentativi di speronamento dell’uomo, e a dichiararlo in stato di arresto. Facilmente intuibile il motivo del tentativo di fuga: l'autovettura, infatti, è risultata essere provento di furto perpetrato nella stessa giornata a Polignano a Mare. L’auto è dunque stata restituita al proprietario, mentre D’Anna, su disposizione del P.M. di turno, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento