Il pizzo dietro la bomba a una pizzeria di Campomarino: arrestati sanseveresi

I tre sono stati arrestati in flagranza di reato mentre ritiravano una busta con 5mila euro, appena pochi giorni dopo l'esplosione della bomba che aveva distrutto il locale

Bomba a Campomarino, foto di Roberto D'Agostino

Sono di San Severo i tre uomini accusati di aver estorto denaro al proprietario di un noto ristorante-pizzeria di Campomarino – distrutto dall’esplosione di una bomba che ha provocato 50mila euro di danni – e dal quale avevano preteso il pizzo. L’arresto dei tre è avvenuto lunedì sera dopo dieci giorni di indagini avviate dal Nucleo Investigativo di Campobasso, insieme al NOR di Termoli ea i carabinieri di Campomarino, all’indomani dell’attentato dinamitardo avvenuto la notte tra il 17 e il 18 luglio.

I tre - di anni 42, 45 e 48 – sono stati arrestati in flagranza di reato mentre ritiravano la busta con dentro 5mila euro consegnata dal proprietario del ristorante ‘La Centrale’. Dalle indagini, infatti, è emerso che gli estorsori, qualche giorno dopo la bomba, si erano ripresentati dalla vittima sostenendo che se non avesse pagato gli sarebbe accaduto qualcosa di ancor più brutto.

Su consiglio dei carabinieri, il ristoratore ha fissato un appuntamento per la consegna del denaro in un posto isolato, lontanissimo dal lido e dal centro città. Travestiti da netturbini, bagnanti e commessi, una ventina di uomini sono intervenuti al momento della consegna, arrestando il taglieggiatore e i complici che attendevano in macchina pronti a guadagnare la fuga con il denaro.


 




 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • Referendum Costituzionale, il 29 marzo si vota sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Come in un film, in tre tentano di assaltare negozio ma sulla scena irrompono i carabinieri: immobilizzati e ammanettati

  • Violenti scontri nel Foggiano: tafferugli tra baresi e leccesi sulla A16, incendiato un veicolo

  • Tentato omicidio davanti a un bar, estrae pistola e apre il fuoco per un debito di droga: fermato pregiudicato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento