Controlli a tappeto dei militari sull’asse Cerignola-Stornara-Ascoli: quattro arresti

In manette quattro persone per reati vari, dal possesso di droga ai fini di spaccio, all’estorsione, passando per l’evasione dai domiciliari

La droga sequestrata a uno dei quattro arrestati

Continuano i controlli dei Carabinieri della Compagnia ofantina sull’asse Cerignola-Stornara-Ascoli Satriano che, nei giorni scorsi, hanno portato all’arresto di quattro pregiudicati, di cui tre in flagranza e uno in esecuzione di un provvedimento del Giudice.

A Cerignola è finito in manette Antonio Nicola Chieco, 21enne cerignolano già con precedenti di polizia. Il giovane, controllato nei pressi della sua abitazione in zona “cimitero”, nel pieno centro cittadino, è stato trovato in possesso di circa 8 grammi di cocaina, già suddivisa in dosi e pronta per lo spaccio, oltre che di 30 euro in banconote da piccolo taglio. Acclarata la finalità dello spaccio, il giovane è stato dichiarato in arresto e sottoposto ai domiciliari.

A Stornara, invece, è stato arrestato Karim Guene 20enne cittadino del Burkina Faso, che solo 48 ore prima era stato finito in manette per tentata estorsione ai danni di un uomo di Stornara. Il malfattore, scarcerato in seguito alla convalida dell’arresto, si è nuovamente presentato a casa della sua vittima pretendendo ancora i 200 euro che già due giorni prima gli aveva chiesto, nonostante non avesse alcun titolo per ottenerli. I militari della Stazione di Stornara, quindi, sorpreso il delinquente proprio mentre continuava a minacciare la sua vittima, lo hanno nuovamente tratto in arresto per lo stesso reato. L’uomo, su disposizione del P.M. di turno, è stato rinchiuso nel carcere di Foggia.

Ancora a Stornara, poi, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del NORM hanno arrestato Antonio Gaeta, di 67 anni. L’uomo, sottoposto agli arresto domiciliari per reati legati allo spaccio di stupefacenti, è stato sorpreso dai militari all’esterno della propria abitazione. Su disposizione del P.M. di turno l’uomo è stato nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari.

Ad Ascoli Satriano, infine, è stato eseguito un ordine di carcerazione a carico di Mario Miccilli, pregiudicato del posto di 48 anni. L’uomo, condannato con sentenza definitiva per il reato di violenza sessuale commessa proprio ad Ascoli Satriano nel settembre del 2015, sconterà la pena residua di due anni e sei mesi presso la Casa Circondariale di Foggia.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Prete coinvolto in foto e chat bollenti, il Vescovo avvia il procedimento canonico. E si preannunciano nuove rivelazioni...

  • Cronaca

    VIDEO | Violenta grandinata ostruisce i pluviali: si allaga l'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza

  • Politica

    Le province restano e si rinnovano: si vota il 31 ottobre. Capitanata al lavoro per il dopo Miglio: "Restano tutte le emergenze"

  • Cronaca

    Carabinieri in borghese per le vie del centro: "pizzicati" due pusher: hanno 16 e 17 anni

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla 693, coinvolti due camper e un suv: 3 morti

  • Terremoto in Molise: trema (di nuovo) Foggia, paura sul Gargano

  • Ultimo saluto a Liliana, Daniela e Domenico: il Comune di Torremaggiore proclama il lutto cittadino

  • Terremoto, forte scossa in Molise: trema anche la provincia di Foggia

  • Manfredonia, escherichia coli ed enterococchi in mare: scatta il divieto (temporaneo) di balneazione

  • Incidente mortale sulla 693: investito vigile urbano in servizio, è in prognosi riservata

Torna su
FoggiaToday è in caricamento