Controlli a tappeto dei militari sull’asse Cerignola-Stornara-Ascoli: quattro arresti

In manette quattro persone per reati vari, dal possesso di droga ai fini di spaccio, all’estorsione, passando per l’evasione dai domiciliari

La droga sequestrata a uno dei quattro arrestati

Continuano i controlli dei Carabinieri della Compagnia ofantina sull’asse Cerignola-Stornara-Ascoli Satriano che, nei giorni scorsi, hanno portato all’arresto di quattro pregiudicati, di cui tre in flagranza e uno in esecuzione di un provvedimento del Giudice.

A Cerignola è finito in manette Antonio Nicola Chieco, 21enne cerignolano già con precedenti di polizia. Il giovane, controllato nei pressi della sua abitazione in zona “cimitero”, nel pieno centro cittadino, è stato trovato in possesso di circa 8 grammi di cocaina, già suddivisa in dosi e pronta per lo spaccio, oltre che di 30 euro in banconote da piccolo taglio. Acclarata la finalità dello spaccio, il giovane è stato dichiarato in arresto e sottoposto ai domiciliari.

A Stornara, invece, è stato arrestato Karim Guene 20enne cittadino del Burkina Faso, che solo 48 ore prima era stato finito in manette per tentata estorsione ai danni di un uomo di Stornara. Il malfattore, scarcerato in seguito alla convalida dell’arresto, si è nuovamente presentato a casa della sua vittima pretendendo ancora i 200 euro che già due giorni prima gli aveva chiesto, nonostante non avesse alcun titolo per ottenerli. I militari della Stazione di Stornara, quindi, sorpreso il delinquente proprio mentre continuava a minacciare la sua vittima, lo hanno nuovamente tratto in arresto per lo stesso reato. L’uomo, su disposizione del P.M. di turno, è stato rinchiuso nel carcere di Foggia.

Ancora a Stornara, poi, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del NORM hanno arrestato Antonio Gaeta, di 67 anni. L’uomo, sottoposto agli arresto domiciliari per reati legati allo spaccio di stupefacenti, è stato sorpreso dai militari all’esterno della propria abitazione. Su disposizione del P.M. di turno l’uomo è stato nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari.

Ad Ascoli Satriano, infine, è stato eseguito un ordine di carcerazione a carico di Mario Miccilli, pregiudicato del posto di 48 anni. L’uomo, condannato con sentenza definitiva per il reato di violenza sessuale commessa proprio ad Ascoli Satriano nel settembre del 2015, sconterà la pena residua di due anni e sei mesi presso la Casa Circondariale di Foggia.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Altra bocciatura per il Parco del Gargano: "procedura illegittima", annullata la terna degli aspiranti direttori

  • Attualità

    Scartata e presa in giro, Luxuria si racconta e spiega agli alunni cos'è la diversità: da 10 e lode la lezione 'Alla lavagna'

  • Cronaca

    Omicidio De Rosa: ascoltate persone vicine alla vittima, eseguiti stub e ritrovata una pistola. Migliora il ferito

  • Cronaca

    DENUNCIA VIDEO SHOCK | "Qui si rischia un'altra viale Giotto, non aspettate che sprofondiamo"

I più letti della settimana

  • Scomparso nel nulla da 72 ore, Foggia in ansia per Francesco. La madre: "Non so più cosa fare"

  • Omicidio a Trinitapoli: ucciso noto pregiudicato di un clan, gravemente ferito un 49enne

  • Oggi l'ultimo saluto ad Agostino e Aurora. L'avv. Assumma: "Il conducente rischia fino a 18 anni"

  • Ritrovato Francesco Pio Tomaiuolo, il 15enne foggiano allontanatosi da casa lunedì scorso

  • Ucciso De Rosa, elemento di spicco della mala di Trinitapoli e del Basso Tavoliere arrestato nel blitz Babele

  • Costretta a prostituirsi da Foggia a Taranto, ai poliziotti svela business di un sodalizio criminale: anche un prete tra i 13 arrestati

Torna su
FoggiaToday è in caricamento