Bari, in manette narcotrafficanti albanesi: 35enne gestiva carichi di droga da Foggia

La base logistica dell'organizzazione criminale era in Albania. Le sostanze stupefacenti venivano portate a Patrasso per lo stoccaggio e imbarcate per l'Italia

Una fase dell'operazione

Dodici narcotrafficanti albanesi sono stati arrestati dai militari del Gico della Guardia di Finanza di Bari nell’ambito dell’operazione denominata ‘Riviera’ – dal nome della motonave con cui veniva introdotta la droga nel porto di Bari – attraverso la quale è stata smantellata un’organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di droga.

In quattro sono latitanti, tra cui il capo dell’organizzazione. Nell’ambito delle stesse indagini sono rimasti coinvolti anche due cittadini italiani, uno di Barletta e uno di Brescia, arrestati nelle scorse settimane poiché trovati con grossi quantitativi di hashish e marijuana.

La base logistica dell’organizzazione dalla quale veniva gestito il traffico di eroina e cocaina, 17 e 2,5 i chili sequestrati, era in Albania. Le sostanze stupefacenti venivano portate a Patrasso per lo stoccaggio e imbarcate per l’Italia.

OPERAZIONE RIVIERA: IL VIDEO

Il referente pugliese, il 35enne Delay Besnik, è stato arrestato a Foggia. Era lui a gestire i carichi di stupefacente che in parte restavano in Puglia (ma non a Bari dove le locali organizzazioni criminali non permettevano lo spaccio ad altri gruppi), ma che soprattutto venivano trasferiti nel nord Italia, nel milanese, dove era stato allestito un vero e proprio laboratorio destinato al taglio e al confezionamento della droga

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Bara a Baia San Felice, è quella di Piccininno: il cantore riconosciuto dalle 'nacchere'

    • Cronaca

      Assalto notturno in pizzeria: armati di coltelli e pistola fuggono con l'incasso e rapinano anche clienti

    • Cronaca

      Armati di pistola rapinano Convì in via della Repubblica: terzo colpo in due mesi

    • Cronaca

      Bomba carta esplode dinanzi abitazione, la vittima: "Mai ricevuto minacce"

    I più letti della settimana

    • Inseguimento da film a Foggia: giovani su una Peugeot scappano e speronano auto della polizia

    • Incendio in via Arpi: prende fuoco noto ristorante giapponese

    • Uno fa il palo, l'altro 'l'apri-porta': presi i due complici della rapina di via Guareschi

    • Nel buio della notte tagliano saracinesca e svaligiano negozio. La titolare: “Vado avanti più forte di prima”

    • Shock a San Severo, tre rapine in pochi minuti. Il sindaco al Ministro: “Basta, ora ascoltaci!”

    • Morto a due anni e mezzo per una terribile malattia: così Emanuele diventa ‘Una storia felice’

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento