Cantieri dell'antimafia sociale, ecco “Un’impresa per A.M.I.C.A.”: coinvolgerà 30 giovanissimi tra i 14 ed i 18 anni

Presentato a Manfredonia il piano operativo del progetto vincitore dell'Avviso pubblico “Cantieri Innovativi di Antimafia Sociale”. Per candidarsi c'è tempo fino al 6 febbraio

La presentazione del progetto

Presentato nell'Aula Consiliare del Comune di Manfredonia "Un'impresa per A.M.I.C.A.", progetto vincitore del bando regionale POR Puglia 2014-2020 – OT IX – Linea di Azione 9.6. - Avviso pubblico “Cantieri Innovativi di Antimafia Sociale: Educazione alla Cittadinanza Attiva e Miglioramento del Tessuto Urbano” (A.D. n. 523 del 31/07/2017), proposto dall’ATS “Daunia è Puglia” (composta dal soggetto capofila “Arci Travel” Stornara, Comune di Manfredonia, Enac Puglia, Associazione Angeli).

“Un’impresa per A.M.I.C.A.”  ha un obiettivo primario: innescare circoli virtuosi di cittadinanza attiva e creare una filiera della legalità economica e sociale, coinvolgendo da protagonisti i giovani del territorio con una strategia bottom up (partendo quindi proprio dalla base). Il progetto, infatti, prevede lo sviluppo di attività su ben 3 annualità attraverso il learning by doing, imparare facendo, finalizzato alla creazione di un innovativo modello di sviluppo del territorio, attraverso l’animazione socio-educativa quale pratica di lavoro con i giovani. Nello specifico, le pratiche operative hanno il proprio fondamento nello Youth Work e nell’animazione socio-educativa quale pratica di lavoro con i giovani, al fine di creare un’economia basata sulla conoscenza, sull’istruzione, sull’innovazione, sull’adattabilità, su mercati del lavoro inclusivi e sul coinvolgimento attivo nella società.

Le attività socio/culturali ed educative consentiranno ai giovani di sfruttare le loro potenzialità, garantendo l'accesso ai servizi di cui hanno bisogno. Verrà creato un modello formativo ed operativo che consenta di sviluppare il capitale umano, rafforzare quello sociale e far cambiare eventuali comportamenti a rischio. Il fulcro operativo del progetto, oltre al luogo confiscato alla criminalità, sarà l’hub di innovazione e di sviluppo tecnologico, che rappresenta uno stimolo aggiuntivo per le nuove generazioni, al fine di favorire un approccio pragmatico e non solo teorico al mondo del lavoro, in un’ottica di responsabilizzazione e di formazione socio-educativa.

Sono coinvolte direttamente nelle attività anche le comunità locali, in particolar modo le associazioni, per il radicamento più marcato di buone pratiche di cittadinanza attiva e di miglioramento del tessuto urbano. Sviluppo aggregativo e socializzazione, infatti, saranno i punti focali del progetto, totalmente gratuito per i partecipanti. Verranno attuati percorsi cognitivi per la creazione di una impresa sociale, attraverso laboratori di manualità ed esperienziali/cantieri, formazione, forum partecipati, workshop e stage. Sedi di svolgimento delle attività saranno “Villa Rossana” e Coworking Smart Lab a Manfredonia, Enac Puglia a Foggia.

Il programma è rivolto a 30 ragazzi di età compresa tra i 14 ed i 18 anni che verranno selezionati tramite Avviso Pubblico a partire da lunedì 7 gennaio e fino alle 12:00 di mercoledì 6 febbraio 2019. I richiedenti devono essere residenti nei Comuni partner di progetto e dell’ambito territoriale (Comuni di: Manfredonia, Foggia, Stornara, Stornarella, Ordona, Ortanova, Carapelle, Mattinata, Monte Sant’Angelo e Zapponeta). Obiettivo specifico di "Un'impresa per A.M.I.C.A." è la traduzione in azioni concrete di concetti quali la cittadinanza attiva, la legalità, l’antimafia sociale, attraverso il miglioramento delle occasioni di aggregazione e i momenti socio-educativi dedicati soprattutto ai giovani ma anche alla comunità nel suo complesso.

Prioritario sarà sviluppare competenze, animare il tessuto urbano attraverso l’impegno sociale, investire sul capitale sociale implementando una capacità collettiva di agire in senso cooperativo e facilitare la coesione, ottimizzando le risorse umane ed economiche disponibili e tracciando un percorso che abbia come punto d’arrivo il miglioramento della qualità di vita nelle città e restituisca dignità identitaria ai luoghi e alle persone che li vivono. Con l’auspicio che, partendo dalle giovani generazioni, si inneschi un meccanismo virtuoso di rigenerazione sociale ed urbana. Un’opportunità concreta di ulteriore amalgama fra le varie anime ed identità della Daunia raccordate con questo progetto tanto sul patrimonio tangibile quanto e soprattutto su quello intangibile.

 Ad illustrare nei dettagli gli obiettivi e le tipologie di attività previste, c'erano Vincenzo Signoriello (Presidente "Arci Travel" Stornara), Angelo Riccardi (sindaco del Comune di Manfredonia), Dario Palma (Direttore Enac Puglia), Anna Rita Caracciolo (presidente Associazione Angeli)e Rosa Barone (Presidente Commissione regionale Antimafia), alla presenza di diverse decine di rappresentanti di Associazioni ed Istituti scolastici, solida base sulla quale costruire le specifiche azioni poste in essere. È possibile ricevere maggiori informazioni sul progetto e sulle modalità di iscrizioni collegandosi al sito web www.unimpresaperamica e\o rivolgendosi presso le sedi di svolgimento delle attività.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Banda" di ragazzini semina il panico nel quartiere San Michele: denunciati atti vandalici, insulti e minacce

  • Cronaca

    VIDEO | Madre in lacrime al figlio Francesco: "Sono disperata, ti prego di tornare, per te ho lottato"

  • Cronaca

    Vanno a riscuotere il pizzo ma trovano la polizia: 5mila euro e 500 al mese, così taglieggiavano imprenditori dell'Artigiani

  • Cronaca

    Prima il sesso poi la violenza shock: trans picchiato, chiuso nel bagagliaio e scaricato in campagna: due arresti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Cerignola, identificate le giovani vittime: hanno 16 e 18 anni

  • Giovanissimi morti nell'incidente di via dei Mandorli: ai domiciliari 22enne, risponderà di omicidio stradale

  • Terribile incidente stradale, a Cerignola: scontro in via dei Mandorli, due le vittime

  • Giovanissime vite spezzate, lutto cittadino a Cerignola: "Colpita duramente la comunità"

  • Scomparso nel nulla da 72 ore, Foggia in ansia per Francesco. La madre: "Non so più cosa fare"

  • Oggi l'ultimo saluto ad Agostino e Aurora. L'avv. Assumma: "Il conducente rischia fino a 18 anni"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento