A Torremaggiore, ‘Un invito a casa De Sangro’ per conoscere la storia del Castello Ducale

Locandina evento

E' in programma il prossimo sabato 7 aprile, dalle 18.00 alle 20.00, presso il Castello Ducale di Torremaggiore l’evento ‘Un invito a casa De Sangro’, dedicato a un numero massimo di 25 partecipanti. Tutti i partecipanti potranno conoscere la storia della casata raccontata dall’erede Michele II, che fu anche l’ultimo proprietario del castello, e dalla sua compagna Elisa Croghan. Con suoni, odori e brani letterari si intende far rivivere l’atmosfera del tempo, in un suggestivo percorso storico-artistico, culturale ed enogastronomico, in cui soluzioni musicali e video proiezioni accompagneranno l’esibizione.

Ogni senso sarà coinvolto e l’elemento trait d’union sarà il contesto territoriale in cui Michele II operò, le sue innovative soluzioni agricole e il forte legame con la sua terra, che lo portarono a lasciare un “segno” indelebile scalfito nella memoria di quanti ancor oggi lo ricordano.
La partecipazione all’evento è gratuita, fino al raggiungimento del numero massimo di 25 partecipanti. Prenotazione obbligatoria contattando il numero telefonico 380.9020728. Sarà possibile effettuare la prenotazione da martedì 3 a venerdì 6 aprile, dalle 16.00 alle 20.00. L’iniziativa rientra nel ciclo di appuntamenti organizzati dal progetto SAC TratturArte - Alto Tavoliere, di cui il Comune di San Severo è ente capofila, finanziato con Delibera CIPE 92/2012 -A.P.Q. rafforzato “Beni e Attività Culturali” - FSC 2007/2013 - Scheda 49 - “Interventi materiali ed immateriali di valorizzazione dei beni di maggiore rilievo territoriale storico culturale”.

Il progetto SAC TratturArte, partito lo scorso settembre 2017, proseguirà fino al 31 dicembre 2018 nei comuni di San Severo, Torremaggiore, Apricena, Serracapriola, Poggio Imperiale, San Paolo Civitate e Chieuti, e si compone di una serie di iniziative culturali realizzate all'insegna di un approccio di tipo esperienziale per la valorizzazione, promozione e conoscenza del territorio dell'Alto Tavoliere, caratterizzato dal comune denominatore costituito dal Tratturo Regio Foggia – L’Aquila. Finalità principale è quella di consentire ad un pubblico quanto più diversificato possibile (bambini, adulti, utenza specializzata, turista e/o cittadino visitatore) di sperimentare nuove forme di conoscenza, guidati da esperti nell’ambito dell’arte e dell’architettura, della storia, dell’archeologia, del teatro e della didattica/comunicazione dei beni culturali, con il proposito di creare un’offerta turistica del territorio del SAC con stagionalità flessibili.

L’azione prevede la predisposizione di attività di supporto alla fruizione dei numerosi beni archeologici, artistici, demo-etnoantropologici ed ambientali del territorio, organizzati coerentemente nei tre differenti percorsi tematici proposti nel territorio del SAC Alto Tavoliere: Vie del Sacro e del Profano, Vie Erbose, Vie del Tempo. Tali percorsi sono realizzati utilizzando differenti forme di valorizzazione territoriale. Nello specifico l’appuntamento ‘Un invito a casa De Sangro’ rientra nella tipologia Location con vista.

Per informazioni - tel. 380.9020728
Sito web: www.sactratturarte.it
Email: sactratturarte@gmail.com
Facebook: SAC TratturArte
Twitter: @SACTratturArte
Instagram: SACTratturArte
YouTube: SAC TratturArte

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Parte "Estate in Villa": il cartellone eventi estivi della città di Foggia

    • dal 1 luglio al 4 settembre 2020
    • Villa Comunale Karol Wojtyla
  • Monte Sant'Angelo e il Gargano in festa: due settimane di eventi per celebrare i due siti Unesco

    • dal 25 giugno al 7 luglio 2020
  • 'Restart': tornano i laboratori gratuiti per bambini presso il Bosco Didattico Mezzana Grande

    • Gratis
    • dal 26 giugno al 15 luglio 2020
    • Bosco Didattico Mezzana Grande
  • A San Severo l'omaggio degli Amici della Musica a Enrico Caruso

    • 10 luglio 2020
    • chiostro della Parrocchia Santa Maria della Libera
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento