Maurizio De Giovanni torna a Foggia: l'autore de "I bastardi di Pizzofalcone" alla Ubik con la sua nuova serie di polizieschi

Nasce una nuova detective nel cuore dei Quartieri Spagnoli, a Napoli. Torna il più importante scrittore di gialli italiano, autore del commissario Ricciardi e della serie dei Bastardi di Pizzofalcone, entrambe trasposte in Rai con milioni di spettatori al seguito. E la Ubik di Foggia, ufficialmente, festeggia i suoi dodici anni di storie. Tre buoni motivi per prendere parte all’incontro di lunedì 11 novembre, ore 19, nello spazio live di Piazza U. Giordano: Maurizio de Giovanni ritrova il pubblico della libreria con il suo nuovo romanzo, Dodici rose a Settembre (Sellerio, 2019), che lancia una nuova serie di polizieschi. Quello con lo scrittore napoletano, infatti, è il quarto di ben dodici appuntamenti concentrati a novembre, nel mese che segna il dodicesimo anno di vita del presidio culturale diretto da Michele Trecca e Giovanna Draicchio. A conversare con l’autore, Luciana Fredella, del gruppo di lettura A qualcuno piace… Giallo.

Dodici rose a Settembre (Sellerio, 2019). «Mi chiamo Flor, ho undici anni, e sono qui perché penso che mio padre ammazzerà mia madre». Gelsomina Settembre detta Mina, assistente sociale di un consultorio sottofinanziato nei Quartieri Spagnoli di Napoli, è costretta a occuparsi di casi senza giustizia. La affiancano alcuni tipi con cui forma un improvvisato, e un po’ buffo, gruppo di intervento in ambienti dominati da regole diverse dall’ordine ufficiale. Domenico Gammardella «chiamami Mimmo», bello come Robert Redford, con un fascino del tutto involontario e una buona volontà spesso frustrata; «Rudy» Trapanese, il portiere dello stabile che si sente irresistibile e quando parla sembra rivolgersi con lo sguardo solo alle belle forme di Mina; e, più di lato, il magistrato De Carolis, antipatico presuntuoso ma quello che alla fine prova a conciliare le leggi con la giustizia. Vengono trascinati in due corse contro il tempo più o meno parallele. Ma di una sola di esse sono consapevoli. Mentre Mina, a cui non mancano i problemi personali, si dedica a una rischiosa avventura per salvare due vite, un vendicatore, che segue uno schema incomprensibile, stringe intorno a lei una spirale di sangue. La causa è qualcosa di sepolto nel passato remoto. Il magistrato De Carolis deve capire tutto prima che arrivi l’ultima delle dodici rose rosse che, un giorno dopo l’altro, uno sconosciuto invia.

Maurizio de Giovanni. Nato a Napoli, è l’autore di due celebri serie: quella del commissario Ricciardi e quella dei Bastardi di Pizzofalcone. Dodici rose a Settembre è il primo romanzo della nuova serie con Mina Settembre, che ha fatto il suo esordio in due racconti pubblicati da Sellerio. Tutti i suoi libri sono tradotti in Europa e negli Usa.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • La sanità del decennio 2020-30 e il ruolo del medico e dell'operatore sanitario: se ne parla in un convegno a Foggia

    • solo domani
    • 25 gennaio 2020
    • Ordine dei Medici
  • All'auditorium Santa Chiara il 2° congresso Assimefac di Capitanata

    • solo domani
    • Gratis
    • 25 gennaio 2020
    • Auditorium Santa Chiara
  • Giorno della Memoria: a Deliceto si parla degli Ebrei nelle terre di Puglia

    • 26 gennaio 2020
    • Castello di Deliceto

I più visti

  • Torna il Carnevale di Manfredonia: musica, eventi per bambini, rassegne culturali e artisti locali nel fitto calendario di appuntamenti

    • dal 23 febbraio al 1 marzo 2020
    • Centro
  • I Ditelo voi al Teatro Giordano con “Il segreto della violaciocca”: parte del ricavato devoluto in beneficenza

    • 1 febbraio 2020
    • Teatro Umberto Giordano
  • La sanità del decennio 2020-30 e il ruolo del medico e dell'operatore sanitario: se ne parla in un convegno a Foggia

    • solo domani
    • 25 gennaio 2020
    • Ordine dei Medici
  • A Foggia il primo cineforum in lingua tedesca

    • dal 21 gennaio al 3 marzo 2020
    • Sala Farina
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento