Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Policlinico di Foggia verso "l'eccellenza" come Bari. Emiliano: "Stava crollando". Bordate a Salvini, Toninelli e Landella

Questa mattina a Foggia il governatore della Regione Puglia ha rivendicato il suo lavoro fatto in tre anni e mezzo per gli Ospedali Riuniti, "che stava pure crollando tutto", rispetto agli ultimi 30 anni di abbandono

 

"Stiamo facendo passi da gigante verso una eguaglianza, la più vicina possibile tra il policlinico di Bari e quello di Foggia. Stiamo lavorando per rendere eguali questi due poli universitari e  quindi per dare a tutta la Capitanata quel riferimento che il policlinico costituisce per il centro della Puglia"

Il presidente ha sottolineato che la Regione Puglia "è tecnicamente uscita dal piano operativo". "Abbiamo fatto tutto il necessario per riprendere la sovranità sanitaria, adesso però se non ci fanno uscire dal piano operativo rischiamo di non poter finanziare i cosiddetti extra Lea, quelle prestazione che solo le regioni sane possono dare in più rispetto ai livelli di assistenza"

Sul piano di riordino, il governatore della Puglia ha aggiunto: "Molti si chiedevano a che cosa serviva il piano di riordino. Bene, serve a fare le assunzioni, senza le quali le liste d'attesa come devono scendere, chi deve fare le visite?"

E ancora, "a nome di Foggia non chiediamo solo l'aeroporto ma l'uscita dal piano operativo, perché se usciamo dal piano operativo noi possiamo investire nella sanità di questa provincia grande, complessa, l'unica ad avere delle montagne vere, più di quello che il DM70 ci consente di fare, ovvero costruire quella sanità di eccellenza che peraltro può attirare perché essendo la provincia più a nord, quindi meglio messa dal punto di vista logistico, è la provincia con la quale noi possiamo fare l'attrazione dei pazienti con le altre regioni"

Poi ha lanciato bordate all'indirizzo di Landella "bravissimo a chiedere e molto meno bravo a fare". A Toninelli, "che dorme ed è il ministro imbambolato". E a Salvini: "Sulla sicurezza abbiamo lui che va avanti e indietro con le felpe e tutti gli vanno dietro ma la sicurezza è sempre la stessa. A Foggia è cambiato qualcosa?"

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento