Pianto del neonato: perché bisogna ascoltarlo e non ignorarlo

Perché è importante ascoltare il pianto dei neonati? Non sono capricci e ignorarli può avere enormi conseguenze sul loro sviluppo psicofisico

L'unico mezzo di comunicazione per i neonati è il pianto; è attraverso le lacrime che vogliono esprimere un disagio, un fastidio, o semplicemente chiedere attenzioni e coccole.

Ignorare il pianto di un neonato può generare un senso di frustrazione, insicurezza e stress con gravi conseguenze anche in età adulta.

Non si sa esattamente cosa accada in un bambino piccolo quando il suo pianto viene ignorato, ma è stato appurato che il livello di stress diventa molto alto, con conseguenze importanti sulla sua salute e sulla sua crescita.

Perché i neonati piangono?

I bimbi piangono per comunicare con i genitori e far capire i loro bisogni del momento; il compito di noi adulti e ascoltarli e cercare di risolvere e soddisfare le loro esigenze.

Spesso però il pianto può essere semplicemente una richiesta di calore e coccole; anche in questo caso non è bene ignorare il bimbo, pensando siano solo capricci, poiché in questo modo si sentirà impotente e solo, e a lungo andare a farne le spese sarà proprio il rapporto con i genitori.

Inoltre, lasciar piangere i neonati, sperando di farli calmare autonomamente, può provocare problemi affettivi, di ansia e sviluppare in età adulta sintomi depressivi.

Quindi, in quanto genitori l'unica soluzione per garantire un'infanzia felice e una crescita serena ai nostri bambini è ascoltarli e soddisfare i loro bisogni.

Dare affetto e non negare mai carezze e sorrisi, questa è la formula magica per crescere bimbi felici e adulti sicuri di sé.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Taglio e piega a domicilio, nonostante il Coronavirus: sorpresa e denunciata parrucchiera abusiva

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • Feltri terrorizzato da Foggia: non lo ferma nemmeno il dramma del Coronavirus, è odio nei confronti del capoluogo

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento