Monti Dauni Troia

Sui Monti Dauni trionfa Trevico: è suo il miglior soffritto di maiale

La manifestazione si è svolta per la prima volta a Troia. Il prossimo anno la ‘Disfida del Soffritto’ di Maiale si svolgerà a Trevico, per poi tornare in provincia di Foggia nel 2019

Si è conclusa con la vittoria della Comunità di Trevico la XI Edizione de La Disfida del Soffritto di Maiale svoltasi a Troia domenica 26 marzo. Oltre 1000 i partecipanti a quella che è diventata la manifestazione simbolo di due territori - l'Appennino Dauno e l'Irpinia - accomunate da tradizioni secolari dal forte impatto identitario.

Il comune irpino era alla sua prima partecipazione assoluta e il piatto presentato ha convinto la giuria di esperti provenienti dalla Puglia, dalla Campania e dalla Basilicata. Seconda classificata la Comunità di Bovino, seguita da quella ospitante di Troia. Per la sezione "Allestimenti", invece, il primo posto l'ha guadagnato proprio Troia che  - spiegano i giudici - "è riuscita a esprimere meglio degli altri il valore della storicità e della tradizione popolare".  Seconda classificata Bovino seguita dalla Comunità di Ariano Irpino.

E’ il commento del fiduciario Slow Food Foggia e Monti Dauni, Giovanni Fratta, e di Biagio Dedda, responsabile della Condotta per i Monti Dauni: "E' stata una grande festa delle nostre comunità che ha coinvolto particolarmente i partecipanti, contribuendo a quella operazione di recupero della memoria storica delle nostre tradizioni che caratterizza la manifestazione. Un grazie in particolare va all'amministrazione comunale di Troia, al Sindaco Leonardo Cavalieri e all'assessore Margherita Guadagno per la disponibilità dimostrata e per l'enorme sforzo organizzativo messo in atto. Un grazie sentito lo rivolgiamo anche alla Pro Loco di Troia e ai suoi volontari, per il contributo fondamentale alla riuscita dell'evento. Infine, vogliamo ringraziare le comunità e le amministrazioni comunali dei paesi partecipanti per l'entusiamo mostrato ancora una volta nel rendere unica questa manifestazione. La Disfida del Soffritto è la prova che fare sistema è possibile e che la popolazione risponde sempre positivamente ad azioni sinergiche che hanno come unico obiettivo quello di promuovere la cultura di un territorio che, purtroppo, deve fare i conti quotidianamente con problematiche complesse".

Questa edizione della "Disfida" ha visto per la prima volta la partecipazione degli studenti del corso di laurea in Scienze Gastronomiche dell'Università degli Studi di Foggia, che sono in procinto di dare vita alla prima sezione universitaria di una Condotta Slow Food in Italia.  Il prossimo anno la Disfida del Soffritto di Maiale si svolgerà a Trevico, per poi tornare in provincia di Foggia nel 2019.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sui Monti Dauni trionfa Trevico: è suo il miglior soffritto di maiale

FoggiaToday è in caricamento