rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Gargano Carpino

Ancora poche ore all'inizio del XVIII Carpino Folk Festival. "E' il santuario dell''Altra Musica'"

Si inizia questa sera con il Premio 'Rocco Draicchio' per giovani videomakers, i laboratori musicali di ballo, tamburello e chitarra battente e il "Cantar Viaggiando" a bordo dei vagoni di Ferrovie del Gargano

Mancano poche ore all’avvio del Carpino Folk Festival, la rassegna che quest’anno compie 18 anni. E un festival che raggiunge la maggiore età deve per forza avere in sé forza e caratteristiche uniche per continuare a farsi apprezzare dal pubblico. Promosso dall’associazione culturale Carpino Folk Festival, la rassegna trova collocazione temporale stabile all’interno dei grandi eventi della Puglia, contribuendo a darne spessore e qualità: un incontro di saperi, di generazioni e di stimoli che ha permesso a Carpino, grazie ai suoi cantori e all’intera comunità, di divenire in Puglia una sorta di santuario simbolico dell’“altra Musica”.

Dopo le anteprime di Rodi Garganico e di Foce Varano oggi il Carpino Folk Festival parte con il Premio Rocco Draicchio, i laboratori musicali e il "Cantar Viaggiando". Il Premio Rocco Draicchio, omaggio al suo fondatore, si rinnova e si propone ai videomakers mettendo in palio un premio di 800 euro per colui che meglio interpreterà il festival, il territorio, il paesaggio e il patrimonio culturale del Gargano.

Anche sul fronte culturale il festival della musica popolare non vuole abbassare la guardia proponendo anche quest'anno lezioni/dimostrazioni in cui vengono esplorate di volta in volta le caratteristiche della musica e del ballo e la conoscenza degli strumenti musicali tradizionali del territorio garganico e quindi la pratica del suonare, cantare e ballare insieme. I partecipanti al festival potranno scegliere fra il Corso di Ballo proposto dall'etnomusicologo Salvatore Villani, il Corso di Tamburello di Antonio e il Corso sulla Chitarra Battente di Pio Gravina.

PER IL PROGRAMMA COMPLETO CLICCA QUI.

All'interno del contesto del Carpino Folk Festival, inoltre, l'associazione culturale con la partecipazione attiva del GAL Gargano realizzerà nelle serate dal 4 al 6 agosto la terza edizione di “Cantar Viaggiando”, per promuovere nell'offerta turistica estiva del Gargano il turismo attento alla lentezza. "Cantar Viaggiando" è un viaggio slow a bordo dei vagoni delle Ferrovie del Gargano: si parte da San Severo per toccare San Nicandro e Cagnano Varano e poi salire fino ad arrivare agli spettacoli del Carpino Folk Festival. Stesso obiettivo, da Calenella lungo il blu della costa per tuffarsi a San Menaio e a Rodi Garganico e quindi immergersi nei ritmi delle tarantelle garganiche.

L'idea è quella di stimolare l'utilizzo del servizio treno/bus navetta delle Ferrovie del Gargano per permettere al pubblico di spostarsi comodamente sul territorio evitando l'uso della propria autovettura. Un viaggio impreziosito dalla presenza a bordo di microeventi tematici che renderanno piacevole e originale il tragitto, cantando e raccontando e godendo appieno i paesaggi che si attraversano nel tramonto di un’estate garganica. Con il Gruppo di Azione Locale del Gargano e il coinvolgimento delle aziende agricole o di commercializzazione dei prodotti della nostra terra, verrà svolta la degustazione gratuita e la somministrazione di prodotti agroalimentari locali.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora poche ore all'inizio del XVIII Carpino Folk Festival. "E' il santuario dell''Altra Musica'"

FoggiaToday è in caricamento