GarganoToday

L’emergenza idrica a Monte Sant’Angelo prosegue: “Regione e Aqp poco coscienti del problema”

La consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Rosa Barone attacca il governatore Emiliano e De Sanctis (Aqp): “La Regione Puglia si è trovata incapace di prevenire il problema”

L’emergenza a Monte Sant’Angelo non si arresta. Freddo, neve e gelo ha causato il blocco della rete idrica, con conseguenti disagi per tutta la popolazione. Proseguono in queste ore e senza sosta, i lavori per la risoluzione del problema della distribuzione idrica nell'abitato cittadino, ma quello che per molti cittadini è stato un incubo oltre che un disservizio, per altri è stato un banco di prova che ha dato un risultato di completo fallimento.

Sulla vicenda si è espressa la consigliera regionale Rosa Barone: “È chiaro che nell’emergenza si riscontra la capacità o meno di gestire la cosa pubblica, connessa soprattutto alla risoluzione immediata delle emergenze e al reperimento di risorse efficaci, e dal canto mio e dei cittadini montanari che ascolto e contatto tutti i giorni, credo che quello che sia successo a Monte Sant’angelo abbia messo a nudo l’incapacità del governo regionale e di Aqp”.

L’esponente del Movimento 5 Stelle attacca senza mezze misure Emiliano e De Sanctis (Aqp): “Quello che si è percepito e vissuto, soprattutto nelle prime ore, è che Emiliano non avesse preso contezza insieme all’Aqp del reale problema che ha causato l’interruzione del sistema idrico. A tratti poco coscienti del problema. Tralasciando poi la risposta su Facebook di Emiliano a dei cittadini laddove addebitava alla non presenza di un sindaco il problema della mancata risoluzione del problema, quando sappiamo tutti che a Monte Sant’Angelo vi è una commissione al momento che assolve interamente ai ruoli del sindaco e degli organi elettivi. Per altro ci troviamo sempre in costante emergenza, poiché come denunciato dal M5S Puglia giorni fa, la Regione Puglia si è trovata incapace di prevenire il problema conseguente al gelo nella nostra regione”.

Emergenza acqua senza precedenti: raddoppiate le squadre di intervento

La Barone conclude auspicando la repentina risoluzione del problema: “Già dalle ore 14 la situazione potrebbe tornare a uno stato sufficiente per garantire acqua nelle abitazioni. Questo però non sopperisce a giorni di disagi per i cittadini. Le vie principali della città continuano ad essere intasate da mucchi di neve e lastre di ghiaccio, provocando disagio, disappunto e rabbia tra i cittadini. Ai quali va comunque dato il merito di aver mantenuto la lucidità anche in un emergenza del genere. A tal proposito sento di ringraziare tutti i volontari delle associazioni che hanno prestato aiuto alla popolazione di Monte, diretti dai Commissari che hanno gestito la difficoltà e il momento con capacità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento