rotate-mobile
Giuseppe

Giuseppe

Rank 23.0 punti

Iscritto mercoledì, 30 gennaio 2013

Landella umilia i civici, promette l’assessore ma si dilegua: Vigiano e Fiore passano all’opposizione

"Ciò che salta all'occhio non è la reazione dei due esponenti civici, più che giustificata, quanto il fatto che costoro si preoccupino della loro dignità solo nei confronti delle proprie famiglie, cosa che, in campo politico c'entrano molto poco, per non dire nulla. Preoccuparsi del giudizio familiare vuol dire portare una questione pubblica in campo privato, un errore che non si dovrebbe mai compiere.
La loro indignazione, invece, dovrebbe essere posta all'attenzione dei loro elettori, traditi anch'essi dall'atteggiamento serpeggiante del sindaco.
In ultimo, va detto che Landella non è nuovo ai volta faccia e al gioco del nascondino dietro il dito indice. Tradì e si nascoste già subito dopo i risultati del ballottaggio per non pagare la cambiale politica sottoscritta con alcune delle formazioni politiche che dettero il proprio contributo affinché l'attuale sindaco divenisse tale. Uno di questi fu il Nuovo Ordine Nazionale."

30 commenti

Presidenza del Consiglio: Forza Italia tenta l’assalto, ma voto palese blinda Miranda

"Giovanni, tralasciando il discorso su Landella, penso che tu faccia finta di non sapere come stanno le cose sulla questione Renzi. Renzi non è un doppiogiochista ma un triplo giochista perchè mentre fa finta di regalare 80 euro agli italiani (mano fossero quelli i soldi mancanti per ognuno di noi per uscire dalla crisi), amoreggia con Grillo e Berlusconi, ovvero i suoi detrattori, la sua controparte politica, i suoi nemici. E in questo valzer a tre si esibisce in un triplo salto mortale con le lobbies di potere, che poi sono quelle che lo hanno messo al posto in cui sta tutt'oggi. Pertanto, fare un raffronto fra Landella e Renzi sotto il profilo del "guardare negli occhi" gli altri, è un vero e proprio autogol"

6 commenti

Il Parco Acquatico non s’ha da fare! Filo d’Acqua: “Così l’ASI blocca 300 posti di lavoro”

"Qualcuno diceva che a pensare male si fa peccato ma spesso ci si azzecca. Non è che questi signori hanno montato progetti e promesse sul nulla per poter ottenere finanziamenti europei e/o regionali per poi sparire con il bottino? Considerando anche il fatto che uno degli "imprenditori" è un pluriprotestato e che è ben conosciuto a Foggia per quanta gente ha fatto piangere e incazzare, forse, il pensiero maligno non lo è poi così tanto."

14 commenti

Il Parco Acquatico non s’ha da fare! Filo d’Acqua: “Così l’ASI blocca 300 posti di lavoro”

"mmh.. dunque, ci sarebbero degli "imprenditori" che vorrebbero realizzare un parco acquatico investendo 10 MILIONI di euro. Ma chiedono di rateizzarne 150 mila richiesti dall'ASL per l'autorizzazione ai lavori. Se ne dovrebbe dedurre che, se gli "imprenditori foggiani" non hanno 150 mila euro per pagare l'ASL, non hanno neanche i 9 milioni 850 mila euro con i quali portare avanti il progetto. O forse vogliono solo risparmiare?"

14 commenti

Ballottaggio, Marasco e il centrosinistra non s’arrendono: “Ricorreremo al TAR”

"Perdere per poco piu di 360 voti non è una cosa che si ingoia facilmente. Chiunque avrebbe cercato di far saltare la poca differenza di voti. Ma Marasco deve farsene una ragione. Glielo imporrebbe già la sua "silente cultura" che invece pare starnazzare a vuoto. Ma ancor di più dovrebbe essere la sua dignità a prendere il posto dell'arroganza e della protervia, che continuano ad essere messe in mostra come se fossero doti di inestimabile valore."

10 commenti

Socialismo e Democrazia: “Nostra componente determinante per la vittoria di Landella”

"Sciocca e puerlle l'affermazione di Giuva e Bonaccorso. Come sempre accade si scende dal carro dei perdenti e si cerca di salire su quello del vincitore. Una prassi che in Italia non è ancora decaduta è che è iniziata dalla prima guerra mondiale. I socialisti che hanno spinto Marasco verso la poltrona di sindaco ora vorrebbero prendersi il merito della vittoria elettorale di Landella. Siamo alla follia politica, all'apoteosi del ribaltamento della realtà. Dopo aver remato contro l'affermazione di Landella adesso vorrebbero prendersi il merito di ciò che non hanno mai pensato di fare.
Con la sinistra l'incredibile e l'inimmaginabile diventa praticità quotidiana. Se Landella ha tratto giovamento non è stato certo per l'appoggio elettorale dei socialisti ma, più verosimilmente, dai contrasti interni alla sinistra che hanno portato Marasco a traballare, per poi cadere, dal podio su quale era già salito senza che vi fosse neanche la certezza del sostegno da parte dei vari gruppi della sua fazione. Certe informazioni dovrebbero imbarazzare coloro che credono di poter raggirare l'intelligenza delle persone. Invece la spudoratezza è tale da lasciare basiti e attoniti coloro che apprendono simili demenzialità che non trovano riscontro neanche nelle menti più ottuse e misantrope della politica."

5 commenti

Landella umilia i civici, promette l’assessore ma si dilegua: Vigiano e Fiore passano all’opposizione

"Ciò che salta all'occhio non è la reazione dei due esponenti civici, più che giustificata, quanto il fatto che costoro si preoccupino della loro dignità solo nei confronti delle proprie famiglie, cosa che, in campo politico c'entrano molto poco, per non dire nulla. Preoccuparsi del giudizio familiare vuol dire portare una questione pubblica in campo privato, un errore che non si dovrebbe mai compiere.
La loro indignazione, invece, dovrebbe essere posta all'attenzione dei loro elettori, traditi anch'essi dall'atteggiamento serpeggiante del sindaco.
In ultimo, va detto che Landella non è nuovo ai volta faccia e al gioco del nascondino dietro il dito indice. Tradì e si nascoste già subito dopo i risultati del ballottaggio per non pagare la cambiale politica sottoscritta con alcune delle formazioni politiche che dettero il proprio contributo affinché l'attuale sindaco divenisse tale. Uno di questi fu il Nuovo Ordine Nazionale."

30 commenti

Presidenza del Consiglio: Forza Italia tenta l’assalto, ma voto palese blinda Miranda

"Giovanni, tralasciando il discorso su Landella, penso che tu faccia finta di non sapere come stanno le cose sulla questione Renzi. Renzi non è un doppiogiochista ma un triplo giochista perchè mentre fa finta di regalare 80 euro agli italiani (mano fossero quelli i soldi mancanti per ognuno di noi per uscire dalla crisi), amoreggia con Grillo e Berlusconi, ovvero i suoi detrattori, la sua controparte politica, i suoi nemici. E in questo valzer a tre si esibisce in un triplo salto mortale con le lobbies di potere, che poi sono quelle che lo hanno messo al posto in cui sta tutt'oggi. Pertanto, fare un raffronto fra Landella e Renzi sotto il profilo del "guardare negli occhi" gli altri, è un vero e proprio autogol"

6 commenti

Il Parco Acquatico non s’ha da fare! Filo d’Acqua: “Così l’ASI blocca 300 posti di lavoro”

"Qualcuno diceva che a pensare male si fa peccato ma spesso ci si azzecca. Non è che questi signori hanno montato progetti e promesse sul nulla per poter ottenere finanziamenti europei e/o regionali per poi sparire con il bottino? Considerando anche il fatto che uno degli "imprenditori" è un pluriprotestato e che è ben conosciuto a Foggia per quanta gente ha fatto piangere e incazzare, forse, il pensiero maligno non lo è poi così tanto."

14 commenti

Il Parco Acquatico non s’ha da fare! Filo d’Acqua: “Così l’ASI blocca 300 posti di lavoro”

"mmh.. dunque, ci sarebbero degli "imprenditori" che vorrebbero realizzare un parco acquatico investendo 10 MILIONI di euro. Ma chiedono di rateizzarne 150 mila richiesti dall'ASL per l'autorizzazione ai lavori. Se ne dovrebbe dedurre che, se gli "imprenditori foggiani" non hanno 150 mila euro per pagare l'ASL, non hanno neanche i 9 milioni 850 mila euro con i quali portare avanti il progetto. O forse vogliono solo risparmiare?"

14 commenti
  • Invio contenuti (generico): 20 Contenuti inviati
FoggiaToday è in caricamento