E' ufficiale l'addio di Zeman: la prossima settimana il nuovo tecnico

A Putignano per ritirare un premio, il boemo ha ribadito la sua intenzione di non rimanere a Foggia. La delusione dell'avvocato Ciarambino. Pavone: "Dobbiamo decidere quale linea tecnica intraprendere"

Ora è ufficiale, Zdenek Zeman non sarà l'allenatore del Foggia nella prossima stagione.  La comunicazione è giunta a Putignano nella giornata di ieri, quando il tecnico ha ritirato il premio "Educare con lo sport". Intervistato dai giornalisti, il tecnico ha rimarcato la sua delusione per un calcio sempre più sporcato da episodi extrasportivi, non ultimo quanto ad importanza, lo scandalo del calcio-scommesse esploso nei giorni scorsi. Oltre a manifestare la delusione palesata negli ultimi giorni, il tecnico ha poi ribadito che non intende proseguire l'avventura sulla panchina rossonera.

La decisione ha colto non poco di sorpresa la dirigenza che aveva manifestato fiducia circa un ripensamento del tecnico. Dirigenti sorpresi, ma anche delusi anche per le modalità in cui essa è giunta. L'avvocato Ciarambino, che due giorni fa aveva fatto presente a tutti l'intenzione di Zeman di aspettare qualche giorno prima di comunicare la sua decisione definitiva, non ha nascosto la sua delusione nel corso della conferenza stampa di oggi: "Come tutti, ho appreso tramite un organo di stampa barese, che Zeman aveva deciso di interrompere i rapporti lavorativi con noi. Rispetto l´uomo, ma non il suo comportamento. Ci eravamo lasciati con un'intesa,  oggi ci saremmo incontrati. Ha mortificato me, ma anche la società, ci ho rimesso la faccia, come tutta la società. Non è giusto apprendere la notizia non da organi ufficiali. Se Zeman aveva già deciso, non aveva necessità di dilatare i tempi. Lui era giunto a Foggia per rimettersi in gioco come tutti noi. Avevamo parlato di progetto triennale, con una politica aziendale mirata ad evitare grossi scossoni a livello economico che spesso hanno portato diverse società fallire; questo è successo grazie alla famiglia Casillo. Non si può ora interrompere un rapporto lavorativo dopo un anno. Nessuno gli aveva chiesto di vincere il campionato o di raggiungere i playoff. Qui c´era da costruire una società. In questo modo con cui s´è disinteressato, non ha dimostrato di voler bene al Foggia, così come Foggia ha dimostrato a lui. Poteva già far presente tre mesi fa la sua intenzione di andar via così avremmo edulcorato il distacco. Ora faremo una buona annata, cercando sempre di non fare passi più lunghi della gamba in materia economica. Purtroppo con lui il progetto triennale sarebbe stato a buon punto. Pensiamo al futuro, ora le sicurezze sono Pavone e Casillo".

Poi è stata la volta del patron:" la motivazione di Zeman è che i campionati sono virtuali, lui paga sempre. Purtroppo lui, dove va, porta ricchezza, ma anche danni. Zeman ha avuto dubbi anche sui nostri giocatori, ai quali avevo chiesto di vincere a Cosenza per riscattare la bravata di Biancolino, ma questo non è successo. Zeman non ce la fa più, non se la sente di proseguire, ma non deve andare ad allenare altrove, altrimenti sarebbe un traditore".

Peppino Pavone ha poi annunciato che nella prossima settimana si conoscerà il nome del successore di Zeman: "Il nome del nuovo allenatore arriverà probabilmente entro giovedì prossimo. Mi dispiace per Zeman, avevamo le stesse vedute di gioco. Ora non sappiamo se continuare su questa linea, perché un Novelli, un Cangelosi ci metterebbero solo in paragone col passato. L´altra linea è invece caratterizzata da un calcio differente e questo ci costringerebbe a modificare notevolmente i piani di mercato. Non sarà facile, valuteremo e cercheremo di sbagliare il meno possibile". Chiusura poi affidata a Claudio Croce, rappresentante della Gsport, società di marketing, che ha presentato un'iniziativa dal titolo "Accendi i tuoi colori" che consentirà alle aziende di avere maggiore visibilità nello stadio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si chiude dunque definitivamente la telenovela riguardante il futuro di Zdenek Zeman a Foggia. "Zemanlandia 2.0" si è conclusa, ora non resta che attendere l'ufficializzazione del nuovo tecnico per conoscere il futuro della società, per una volta non problematico dal punto di vista economico, ma alquanto enigmatico sotto il profilo tecnico.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento