Usd San Severo, Marino infuriato: "Se non avremo lo stadio ci alleneremo a Piazza Municipio"

La partita con il Monopoli si giocherà ad Agnone, in provincia di Isernia. Il presidente: "L'unica squadra in Italia che gioca un campionato nazionale fuori dalle proprie mura"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

L’incontro di calcio tra San Severo e Monopoli, in programma domenica 6 ottobre alle 15, si giocherà allo stadio comune di Agnone, in provincia di Isernia. Ancora una partita casalinga senza “Ricciardelli” per la formazione di mister Danilo Rufini.

Dall’inizio della stagione è la quarta volta, dopo il match di Coppa Italia con il Manfredonia (giocato al Miramare), la prima giornata di campionato con il Grottaglie (giocata a Matera) e la seconda con la Gelbison (allo Zaccheria di Foggia). La società ha cercato in tutti i modi di trovare uno stadio più comodo per favorire l’afflusso dei tifosi.

Gli stadi di Foggia e Manfredonia non sono disponibili in quanto le rispettive squadre giocheranno in casa, per quello di Lucera ieri pomeriggio la Lega non ha concesso la proroga richiesta. “Per questa ennesima odissea – dichiara ironicamente il presidente Dino Marino - ringrazio vivamente per l’impegno profuso da quasi tutti gli esponenti dell’amministrazione comunale di San Severo per i lavori da effettuare al Ricciardelli e non ancora iniziati”.

Lo scorso 5 settembre, dopo oltre quattro mesi dalla promozione in serie D,  è stato siglato un ulteriore accordo per i lavori da effettuare per poi scoprire ieri che la Sovraintendenza alle Belle Arti di Bari (che deve dare il via libera per alcuni lavori) ha ricevuto i progetti del Comune solo qualche giorno fa. “La Fortuna dei nostri amministratori – spiega ancora Marino - è che questa società, nonostante stia subendo un enorme danno economico e di risultati per l’indisponibilità dello stadio, non vuole istigare i propri tifosi”.

Il San Severo, grazie all’inerzia dell’amministrazione comunale, è l'unica squadra in Italia che gioca un campionato nazionale fuori dalle proprie mura. “Se nei prossimi giorni non avremo segnali nuovi – conclude il presidente -  da martedì prossimo ci alleneremo a Piazza Municipio”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento