Ultrà baresi erano pronti a scatenare una guerriglia contro i tifosi foggiani

Incredulità per l'episodio della partita in campo neutro tra Foggia e Lumezzane che si sarebbe dovuta giocare al san Nicola, poi spostata a Lecce per motivi di ordine pubblico

Tifosi del Bari

Gli ultrà del Bari arrestati non solo avrebbero preteso che i loro beniamini perdessero le partite ma erano pronti a scatenare la guerra contro i tifosi rossoneri. Covavano anche propositi ritorsivi nei confronti di due giornalisti di Telenorba e Repubblica che avevano osato criticarli e meditavano un’azione punitiva nei confronti dell’ex portiere del Bari Gillet.

In tutto ciò emerge incredulità per l’episodio del 22 aprile scorso in occasione della partita che si sarebbe dovuta giocare in campo neutro al San Nicola di Foggia-Lumezzane.

Due dei tifosi arrestati al telefono dissero di voler caricare e picchiare in territorio barese gli odiati tifosi foggiani, cosa che fortunatamente non avvenne perché il match venne spostato in tutta fretta a Lecce per motivi di ordine pubblico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento