rotate-mobile
Sport

U.S. Foggia, Mongelli: “Casillo si decida, altrimenti intervengo io”

"E' arrivato il momento di prendere una strada determinata" ha detto il sindaco. Salvare la squadra e mantenere la categoria: sono questi gli obiettivi di Mongelli

Non c’è da meravigliarsi se l’U.S. Foggia è più vicino all’Eccellenza che alla Lega Pro. Il pericolo che la compagine rossonera possa fallire è dietro l’angolo. La conferma arriva da Palazzo di Città dove Gianni Mongelli ha voluto chiarire la sua posizione in relazione alle soluzioni per determinare il futuro del calcio a Foggia ed i contatti avuti con Pasquale Casillo e con imprenditori che potrebbero essere interessati a rilevare la società.

Il primo cittadino non ha peli sulla lingua e avverte Casillo della possibilità che il Comune possa intervenire per agevolare la trattativa a favore di chi, fino a questo momento, si è reso disponibile per rilevarla. Il chiaro riferimento è alla Platinum di Umberto Stranieri.

E’ arrivato il momento di prendere una strada determinata”, ha detto il sindaco, “Se Casillo ritiene di continuare a sostenere la squadra con le sue forze avrà da parte mia e dell’Amministrazione comunale il giusto sostegno per risolvere qualunque problema anche legato allo stadio” afferma il sindaco.

Salvare la squadra e mantenere la categoria: sono questi gli obiettivi di Mongelli: “E’ il momento di fare uno scatto in avanti sul Foggia. Non privilegio alcuna scelta. Vedo situazioni di incertezza e di blocco, non vedo altre soluzioni e questo mi preoccupa perché non abbiamo più tempo, così come mi preoccupa il fatto che stia sostenendo questo sforzo da solo”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

U.S. Foggia, Mongelli: “Casillo si decida, altrimenti intervengo io”

FoggiaToday è in caricamento