rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Sport

Tutto sull'avversario del Foggia: "la" Bari

Il Maestro Zeman chiamato alla sfida più importante della stagione contro la capolista

Ultimo appello per il Foggia di Zeman: o vince e convince oppure si limiterà a provare a restare nella zona play-off dalle retrovie. Il derby contro il Bari, capolista del girone C, è la partita dell’anno. E i rossoneri ci arrivano dopo la scoppola di Torre del Greco che ha spento gli entusiasmi dopo le vittorie contro Palermo e Monopoli.

I “galletti” di Michele Mignani hanno 58 punti in classifica frutto di 17 vittorie e sette pareggi. Quattro le sconfitte finora subite per un totale di 47 gol fatti, miglior attacco del torneo, e 24 incassati. Ma non è tutto oro quello che luccica per i baresi che, nel mese di febbraio, hanno rimediato due sconfitte in cinque gare e in entrambi i casi contro avversari modesti come Messina e Campobasso, per di più al San Nicola. Un dato relativo se si pensa che, purtroppo, il Foggia riesce sistematicamente, nell’ultimo periodo, a far risorgere avversari in crisi. Lontano dalle mura amiche, i biancorossi hanno vinto otto incontri, pareggiato in quattro circostanze e perso in due occasioni per 17 gol messi a segno e appena nove incassati. Cannoniere della squadra è l’attaccante Antenucci con 14 reti, seguito da un altro compagno di reparto, Cheddira, con cinque centri. Quattro gol a testa per il difensore Terranova, il trequartista Botta e l’attaccante Simeri. Tre ciascuno per il centrocampista Scavone, l’esterno offensivo D’Errico e l’attaccante Paponi. Una sola volta sono andati a segno i difensori capitan Di Cesare e Pucino, i centrocampisti Maita e Mallamo, l’attaccante Marras, ceduto a gennaio al Crotone.

Il mercato di riparazione ha visto il “diesse” Ciro Polito attivo nel liberarsi dei non pochi esuberi nella rosa barese. Via i vari De Risio, Di Gennaro, Lollo, Bolzoni, Semenzato e Andreoni. Dentro l’ex Foggia Cristian Galano dal Pescara in attacco con Maiello dal Frosinone e Misuraca a centrocampo dal Pordenone.

All’andata il Foggia riuscì a pareggiare al San Nicola grazie al gol di Ferrante che rintuzzò l’iniziale vantaggio dei padroni di casa ad opera di Maita.

Arbitro dell’incontro sarà Mario Cascone di Nocera Inferiore. Calcio d’inizio alle 18:30.

Di seguito l’attuale rosa del Bari. Per ciascun calciatore, tra parentesi, provenienza, anno di nascita, presenze e reti aggiornate alla ventottesima giornata.

BARI – Allenatore: Michele Mignani

PORTIERI
Pierluigi Frattali (Confermato – 1985) (27/-24)
Emanuele Polverino (Proveniente dal Santa Maria Cilento – 1997) (1/-0)
 

DIFENSORI
Francesco Belli (Proveniente dal Pisa – 1994) (15/0)
Daniele Celiento (Confermato – 1994) (17/0)
Valerio Di Cesare (Confermato – 1983) (12/1)
Guillaume Gigliotti (Proveniente dal Chievo Verona – 1989) (27/0)
Antonio Mazzotta (Proveniente dal Crotone – 1989) (17/0)
Raffaele Pucino (Proveniente dall’Ascoli – 1991) (21/1)
Giacomo Ricci (Proveniente dal Venezia – 1996) (18/0)
Emanuele Terranova (Proveniente dalla Cremonese – 1987) (24/4)
 

CENTROCAMPISTI
Raffaele Bianco (Confermato – 1987) (17/0)
Ruben Botta (Proveniente dalla Sambendettese – 1990) (22/4)
Andrea D’Errico (Proveniente dal Monza – 1992) (25/3)
Raffaele Maiello (Proveniente dal Frosinone – 1991) (5/0 + 13/1 nel Frosinone)
Mattia Maita (Confermato – 1994) (26/1)
Alessandro Mallamo (Proveniente dal Pordenone – 1999) (24/1)
Gianvito Misuraca (Proveniente dal Pordenone – 1990) (2/0 + 6/0 nel Pordenone)
Manuel Scavone (Proveniente dal Pordenone – 1987) (21/3)
 

ATTACCANTI
Mirco Antenucci (Confermato – 1984) (25/14)
Walid Cheddira (Proveniente dal Mantova – 1998) (27/5)
Nicola Citro (Confermato – 1989) (5/0)
Cristian Galano (Proveniente dal Pescara – 1991) (3/0 + 8/0 nel Pescara)
Daniele Paponi (Proveniente dal Padova – 1988) (14/3 + 0/0 nel Padova)
Simone Simeri (Proveniente dall’Ascoli – 1993) (21/4)


CEDUTI NEL CORSO DELLA STAGIONE
Cristian Andreoni (D) (Confermato e poi ceduto al Pordenone  – 1992) (0/0)
Alessio Sabbione (D) (Confermato e poi ceduto al Pordenone – 1991) (1/0)
Daniel Semenzato (D) (Confermato e poi ceduto alla Viterbese  – 1987) (0/0)
Francesco Bolzoni (C) (Proveniente dal Lecco e poi svincolato – 1989) (0/0)
Carlo De Risio (C) (Confermato e poi ceduto al Pescara – 1991) (1/0)
Davide Di Gennaro (C) (Proveniente dal Cesena e poi ceduto al Taranto – 1988) (8/0)
Lorenzo Lollo (C) (Confermato e poi ceduto al Legnago – 1990) (1/0)
Manuel Marras (A) (Confermato e poi ceduto al Crotone – 1993) (12/1)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto sull'avversario del Foggia: "la" Bari

FoggiaToday è in caricamento