rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Sport

Tutto sull'avversario del Cerignola: il Bisceglie

I nerazzurrostellati hanno cambiato allenatore a dicembre, ma Cazzarò non ha invertito la rotta rispetto a Danilo Rufini

Possibilità di allungare il passo per il Cerignola che, alle 15, affronterà il Bisceglie al “Ventura”. Il Bitonto, secondo a tre punti di distanza, se la vedrà contro il Fasano in trasferta. Un impegno decisamente più difficile rispetto a quello che attende l’Audace di mister Michele Pazienza contro un avversario invischiato nella zona play-out e che, tutto sommato, non proviene di certo da una striscia positiva. I nerazzurrostellati hanno cambiato guida tecnica durante la sosta natalizia sostituendo Danilo Rufini con Michele Cazzarò. Un cambio che, però, non ha segnato una sostanziale inversione di rotta.
Il Bisceglie è in zona play-out a 24 punti e con una partita da recuperare. Sicuramente è una squadra in grado di salvarsi agevolmente sia per qualità dell’organico che per il distacco minimo rispetto a posizioni di classifica più tranquille. Tuttavia, finora, i biscegliesi hanno vinto solo quattro gare, come il fanalino di coda Virtus Matino, e ne hanno pareggiate ben dodici, risultando la compagine che più di tutte, nel girone H di Serie D, ha chiuso incontri col segno X. Otto le sconfitte subite per un totale di 20 gol messi a segno, terzultimo attacco del girone, e 30 subite. Equo il cammino dei biscegliesi tra mura amiche e trasferte: due vittorie, 6 pareggi e quattro sconfitte. In casa 14 gol fatti e 17 subiti, più di quanti ne sono stati presi in trasferta. Cannoniere della squadra è il mediano ex Foggia e Cerignola Tommaso Coletti con tre gol. Seguono il difensore Barletta e l’attaccante Urquijo con due. Uno a testa per i difensori Ligorio e Marino, il centrocampista Coria, arrivato dal Casarano nel mercato di riparazione, gli attaccanti Acosta e Sandomenico, arrivati anche loro nel mercato invernale rispettivamente dal L’Aquila e dal Lamezia.
Movimentato, come intuibile, il calciomercato biscegliese degli scorsi mesi: cambiato totalmente l’intero fronte d’attacco con gli addii di Lorusso, La Piana e dell’ex Foggia e Audace Leonetti, autori di 6 gol nella prima parte di stagione. Ha salutato anche il centrocampista Di Prisco, autore di una rete. Dentro l’ex Gravina Bottari in mediana, settore in cui sono arrivati anche Cianciaruso dal Molfetta e Cozza dal Giarre.
All’andata rotondo 4-0 cerignolano al “Monterisi” firmato da Allegrini, Mincica, Tascone e Loiodice su rigore.
Arbitro dell’incontro sarà Cristian Robilotta di Sala Consilina.

Di seguito l’attuale rosa del Bisceglie. Per ciascun calciatore, tra parentesi, provenienza, anno di nascita, presenze e reti aggiornate alla 24esima giornata.

BISCEGLIE – Allenatore: Danilo Rufini poi Michele Cazzarò

PORTIERI
Alessio Martorel (Proveniente dal Matelica – 2000) (24/-30)
Alessandro Ndiaye (Proveniente dal Vigor Trani – 2001) (0/-0)
Giacinto Zinfollino (Proveniente dal Bitonto – 2000) (0/-0)
 

DIFENSORI
Luigi Barletta (Cresciuto nella società – 2003) (16/2)
Tommaso Coletti (Proveniente dall’Audace Barletta – 1984) (19/3)
Mario D’Angelo (Proveniente dal Manfredonia – 2001) (9/0)
Roberto Farinola (Proveniente dall’Afragolese – 2001) (21/0)
Rodrigo Izco (Proveniente dal Licata – 1994) (23/0)
Giacomo Ligorio (Proveniente dal Picerno – 1993) (11/1)
Daniele Marino (Proveniente dal Virtus Francavilla – 1988) (14/1)
Facundo Urquiza (Proveniente dal Fasano – 1992) (18/0)
 

CENTROCAMPISTI
Mauro Bottari (Proveniente dalla Biellese – 1992) (4/0 + */* nella Biellese)
Alessandro Camporeale (Proveniente dall’U.C.Bisceglie – 1999) (0/0)
Alessandro Catalano (Proveniente dal Fano – 2000) (0/0)
Andrea Cianciaruso (Proveniente dal Molfetta – 2001) (3/0 + 6/0 nel Molfetta)
Clemente Crisci (Proveniente dal Messina – 2002) (0/0)
Facundo Coria (Proveniente dal Casarano – 1987) (6/1 + 13/0 nel Casarano)
Walter Cozza (Proveniente dal Giarre – 1997) (11/0 + 6/0 nel Giarre)
Claudio Ferrante (Confermato – 2002) (21/0)
Michele Fucci (Proveniente dal Molfetta – 2002) (15/0)
Davide Liso (Cresciuto nella società – 2003) (16/0)
Angelo Rubino (Proveniente dal Manfredonia – 1996) (21/0)
Alessio Tuttisanti (Proveniente dal Lavello – 1999) (4/0)
 

ATTACCANTI
Pablo Acosta (Proveniente dal L’Aquila – 1990) (6/1 + */4 nel L’Aquila)
Salvatore Sandomenico (Proveniente dal Lamezia – 1990) (4/1 + 6/0 nel Lamezia)
Catalin Tira (Proveniente dalla Dinamo – 1994) (1/0 + 6/0 nella Dinamo)
Gonzalo Urquijo (Proveniente dall’Agropecuario – 1989) (3/2)


CEDUTI NEL CORSO DELLA STAGIONE
Michele Di Prisco (C) (Proveniente dalla Vastese e poi ceduto all’Alcione – 1995) (17/1)
Fortunato Carbone (C) (Proveniente dalla Paganese e poi ceduto al Formia – 2002) (7/0)
Adriano Casella (C) (Confermato e poi ceduto alla Sambenedettese – 2000) (1/0)
Brandon Goffredo (C) (Cresciuto nella società e poi ceduto al Montecatini – 2001) (1/0)
Calogero La Piana (A) (Proveniente dal Paternò e poi ceduto allo stesso – 1997) (18/2)
Savino Leonetti (A) (Proveniente dal Francavilla e poi ceduto al Cattolica – 1993) (14/1)
Giovanni Lorusso (A) (Proveniente dall’U.C.Bisceglie e poi ceduto all’Altamura – 1995) (20/3)
Cristofaro Morra (A) (Proveniente dal Manfredonia e poi ceduto al Virtus Matino – 1998) (12/0)
Stefan Nikolic (A) (Proveniente dal San Luca e poi ceduto al Dukagjini – 1990) (1/0)
Tomas Prado (A) (Proveniente dal Panserraikos e poi ceduto al Fasano – 1996) (3/0)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto sull'avversario del Cerignola: il Bisceglie

FoggiaToday è in caricamento