menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gianluca Micale (acdfoggiacalcio.it)

Gianluca Micale (acdfoggiacalcio.it)

Trani-Acd Foggia Calcio 0-0, le pagelle: si salvano solo Agnelli e Micale

Pochi sorrisi e tante insufficienze. Soltanto Micale mantiene gli standard alti di rendimento, insieme a capitan Agnelli. Male Esposito

Ripetere o superare la pessima prova di Grottaglie resterà impresa improbabile, ma a Trani il Foggia compie un altro capolavoro, contribuendo a far ritrovare ai padroni di casa un punto in classifica dopo nove sconfitte di fila.

Ad aggravare il peso di un risultato più triste di quanto possa far pensare il punteggio, il fatto che i rossoneri abbiano giocato la seconda metà della ripresa in superiorità numerica.

Le pagelle

Micale 6,5 – Due interventi decisivi che di fatto evitano al Foggia l’umiliazione di una sconfitta contro una squadra mediocre e per di più in inferiorità numerica.

Basta 5,5 – Un errore di concentrazione che poteva costare il gol dopo 4 minuti. Poi nulla più fino all’infortunio che lo metto KO dopo mezz’ora

Esposito 5 – Ritorna titolare dopo quattro partite di assenza in cui Padalino ha cercato il partner di Loiacono più affidabile. La sua stupida espulsione per due falli commessi in 3 minuti, costringeranno il suo tecnico a proseguire la sua ricerca

Picascia 5,5 – Non fa danni dietro, ma non ne fa neanche davanti. E quando mancano i cross degli esterni alti, qualche palla giocabile servirebbe anche dai terzini

Agostinone 6 – Rilanciato a sorpresa, sulla destra con licenza di caracollare verso il centro. Un paio di inserimenti interessanti, e alcuni suggerimenti centrali mal sfruttati da Giglio

Quinto 5,5 – Insipido. Trotterella per il campo con ritmi da sgambatura di metà agosto. Non si ricorda una giocata significativa. Logico il cambio con D’Ambrosio

Agnelli 6,5 – Nel grigiore totale, si porta in spalle l’intera squadra, da buon capitano e da giocatore più dotato di idee. Gioca un’infinità di palloni, giocando per due. Ma occorrerebbe giocare per dieci

Palazzo 5,5 – Incredibile la sua capacità di vanificare con errori pacchiani un’azione confezionata alla grande. Si veda la serpentina a metà secondo tempo conclusa con un tiraccio alle stelle, invece che con un più logico scarico sull’esterno

Giglio 5 – Magari un paio di chiamate dell’assistente sono rivedibili, ma se un calciatore non riesce a scattare mai in posizione regolare, qualche colpa l’attaccante deve pure averla

Leonetti 5 – Mai visto. Federica Sciarelli è già al lavoro con il suo staff per ritrovarlo

Cassandro 5,5 – Bocciato dopo la sciagurata prova contro il Taranto. L’infortunio di Basta lo riporta in campo dopo mezz’ora. Contributo pressoché nullo in avanti, e qualche affanno dietro

D’Ambrosio 5,5 – Padalino lo rilancia al posto di Quinto nell’ultima mezz’ora. Punge solo su calcio piazzato

Famiano 5,5 – Entra per Leonetti, emulandolo nella prestazione 

Padalino 5 – Dice che non fa esperimenti da mesi. Se si riferisce al modulo, ha ragione. Sugli uomini forse no. Quattro cambi dall’inizio, nessuno decisivo, con la ciliegina sulla torta Esposito, espulso per doppia ammonizione. Proprio in difesa sembra non riuscire a trovare pace,  considerando i continui cambi del partner di Loiacono. In avanti manca un vice Giglio, e forse sarebbe il caso di prendere una punta vera. Sul gioco è meglio non soffermarsi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento