menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio (foggiacalcio1920.it)

Foto di repertorio (foggiacalcio1920.it)

Tim Cup, Foggia fuori con onore. Segna Toni, il Verona vince in rimonta

Nel terzo turno della coppa nazionale, i rossoneri privi di quattro titolari vanno avanti al 18' con un gol di Loiacono sugli sviluppi di un corner. Pareggia Hallfredsson dopo quattro minuti. Nella ripresa Toni e Jankovic firmano la vittoria dei veneti

Lo aveva annunciato in conferenza stampa il tecnico De Zerbi: il Foggia non sarebbe andato a Verona per parcheggiare il famoso pullman dinanzi alla porta di Narciso, ma per giocarsela. Tanto, "male che vada perdiamo". Il Foggia ha perso ma con onore, sognando anche per quattro minuti, il tempo intercorso tra il vantaggio di Loiacono e il pari di Hallfredsson, e aspirando almeno ai supplementari per un'ora, fino a quando il solito Luca Toni non ha spezzato l'inerzia dell'incontro con una precisa inzuccata su cross di Siligardi, tra i più incisivi in casa gialloblu. 

Anche i veronesi hanno dimostrato di tenere alla competizione, come dimostra la scelta di Mandorlini di gettare da subito l'artiglieria pesante, schierando in avanti la coppia Pazzini-Toni (252 gol in due in Serie A), i quali a dispetto dei più scettici hanno dimostrato di avere un'ottima intesa. 

Il Foggia ha fatto quel che poteva, nonostante una formazione incerottata, priva di quattro titolari (gli squalificati Gigliotti e Agostinone, e gli acciaccati Agnelli e Floriano) con Gerbo schierato in un'insolita posizione di attaccante. De Zerbi potrà comunque essere soddisfatto, per l'ennesima prova di carattere al cospetto di una formazione che milita due categorie più su, e con lui tutti i tifosi rossoneri. La favola della Tim Cup oggi ha conosciuto il suo epilogo, da domani i rossoneri possono tornare a fiondarsi mentalmente sul campionato, il vero obiettivo dei Satanelli. 

Tabellino

Hellas Verona (4-3-1-2) Rafael; Pisano, Marques, Moras, Souprayen; Sala, Greco, Hallfredsson (11'st Romulo); Siligardi (32'st Gomez); Toni, Pazzini (32'st Jankovic). All. Mandorlini 

Foggia (4-3-3) Narciso; Angelo, Coletti, Loiacono, Bencivenga (19'st Lodesani); Sicurella (4'st Di Chiara), Quinto, Gerbo (36'st De Giosa); Sarno, Sainz Maza, Riverola. All. De Zerbi

Arbitro: Pasqua di Nocera Inferiore

Marcatori: 18'pt Loiacono (F), Hallfredsson (V), 15'st Toni (V), 34'st Jankovic (V) 

Ammoniti: Souprayen (V), Pazzini (V), Angelo (F), Sala (V), Moras (V) 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento