Sport

Il Foggia cade e si rialza due volte: Mazzeo nel finale salva i rossoneri

Al 'Liberati' di Terni finisce 2-2. I rossoneri dominano il possesso palla, ma subiscono il gol di Montalto in chiusura di primo tempo. Nella ripresa Beretta pareggia e Carretta riporta le 'fere' avanti. A 5' dalla fine la gemma del bomber rossonero

Un Foggia dai due volti, propositivo nel primo tempo, in grossa difficoltà e pasticcione nella ripresa, riesce comunque a uscire dal 'Liberati' di Terni con un punto prezioso che non toglie né dà nulla in termini di classifica per quel che concerne la lotta playoff.

I rossoneri invece hanno raggiunto la fatidica quota dei 50 punti. Con 12 punti sulla quintultima, a sei giornate dalla fine, i rossoneri possono definirsi salvi, aritmetica a parte. E magari possono finalmente guardare a chi sta davanti, come il Bari, prossimo avversario allo Zaccheria, in un derby che oltre alla storica rivalità porterà con sé anche altri contenuti interessanti. 

Gli highlights della partita

PRIMO TEMPO – Sabato c’è il Bari: Stroppa lo sa e qualcosa la cambia. In difesa riecco Tonucci con Calabresi che slitta a sinistra spingendo in panchina Loiacono. In mezzo torna Agnelli, e turno di riposo per Deli. Infine, il buon quarto d’ora di venerdì convince Stroppa a concedere una chance dal 1’ a Beretta, facendo rifiatare Nicastro.

Un cambio per reparto, la natura del Foggia non viene intaccata. La squadra fa la partita (alla fine del primo tempo il possesso palla sarà 68% a 32% per i satanelli), appoggiandosi, come sempre, sul versante mancino dove Kragl ha il piede, anzi, i piedi caldi, visto che in tre occasioni (anche col destro) mette alla prova la tenuta dei guanti di Sala. Il problema del Foggia, paradossalmente è proprio questo: al di là delle sortite del tedesco, i rossoneri faticano a incidere centralmente, e in generale a portare rifornimenti alle due punte. Mancano le accelerazioni di Deli, assenza che pesa anche perché Agazzi non replica l’ottima prova offerta con l’Ascoli, e Agnelli appare totalmente fuori partita. C’è poi la difesa che soffre a ogni ripartenza della Ternana. De Canio la partita la imposta proprio sulle veloci transizioni, affidandosi alla velocità di Statella, e ai movimenti imprevedibili di Montalto e Carretta. E infatti su due ripartenze orchestrate bene, le ‘fere’ mordono prima, con il palo di Carretta, per poi affondare i denti quando Carretta entra in area, dribbla un Guarna in modalità ‘a farfalle’ e la appoggia per Montalto. E’ il 45’, e la Ternana, un po’ a sorpresa è avanti

Le pagelle dei rossoneri

SECONDO TEMPO – Alla prima azione nella quale il Foggia riesce a entrare in area, e far fraseggiare le due punte, arriva il gol. E’ bravo Mazzeo a far sponda di petto, è bravissimo Beretta a sfondare centralmente bucando poi Sala con un colpo da biliardo. A questo punto si assiste a un rimescolamento delle situazioni di gioco. Perché la Ternana alza il baricentro, aggredendo con frequenza i portatori di palla avversari. La lentezza dei satanelli in fase di impostazione agevola l’atteggiamento degli avversari. E infatti il gol di Carretta nasce proprio da una palla persa banalmente sulla trequarti da Agnelli. 1-2, e stavolta le sensazioni non sembrano buone. Anche perché la difesa continua a sembrare uno scolapasta: fioccano gli errori (in particolare da parte di Tonucci) che rendono fertile il terreno per la velocità di Carretta. De Canio richiama Montalto provando a chiuderla con Piovaccari. Stroppa invece mette in campo Deli, poi Nicastro, e infine Floriano, rispolverando il 4-3-3. L’esterno rossonero entra bene in partita, tanto che a 5 minuti dallo scadere pesca l’invito giusto che Mazzeo converte in gol, bellissimo. Finisce 2-2, un pari tanto insperato quanto prezioso.

TERNANA (3-5-1-1) Sala; Valjent, Gasparetto, Signorini; Defendi, Signori (31’st Varone), Paolucci, Tremolada (45’st Ferretti), Statella; Carretta; Montalto (22’st Piovaccari). A disposizione: Plizzari, Bleve, Angiulli, Piovaccari, Finotto, Repossi, Rigione, Zanon, Bordin. All. De Canio

FOGGIA (3-5-2) Guarna; Tonucci, Camporese, Calabresi; Zambelli (37’st Floriano), Agnelli (19’st Deli), Greco, Agazzi, Kragl; Mazzeo, Beretta. A disposizione: Noppert, Figliomeni, Loiacono, Fedato, Martinelli, Nicastro, Deli, Rubin, Floriano, Celli, Ramè, Scaglia. All. Stroppa

Arbitro: Illuzzi di Molfetta

Marcatori: 45’pt Montalto (T), 4’st Beretta (F), 17’st Carretta (T), 40’st Mazzeo (F)

Ammoniti: Carretta (T), Calabresi (F), Camporese (F), Tremolada (T), Tonucci (F)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Foggia cade e si rialza due volte: Mazzeo nel finale salva i rossoneri
FoggiaToday è in caricamento