Rally di Sperlonga: bilancio in pari per Gda Communication

Ad un positivo Erbetta, seppur rallentato da problemi di gomme, e Vitulano, a podio in K10, fa da contraltare la sfortuna di Bondanese, il quale non prende nemmeno il via.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Sorrisi e lacrime, sia di gioia che di rammarico, per l'ultima uscita di GDA Communication in una stagione 2018, tutto sommato, positiva. Al Rally di Sperlonga, che festeggiava quest'anno il decennale, la compagine modenese si presentava ai nastri di partenza con tre portacolori, protagonisti di alterne fortune. Capofila, nel recente weekend, è stato il vice campione nel Campionato Italiano WRC, tra le vetture R5, Domenico Erbetta che, nell'occasione, sigillava l'ottavo anno di attività sportiva assieme al fido Valerio Silvaggi. Per il pilota di Manfredonia, al via sulla Skoda Fabia R5 di Colombi, la ronde laziale prendeva una brutta piega sin dal primo passaggio sulla speciale “La Magliana”, complice una toccata su una chicane. L'indomani il passo era sicuramente diverso, quinto tempo in apertura, prima che un'errata scelta di gomme lo consigliasse di conservare, sino al traguardo, la sesta piazza tra le R5 ed il settimo nella classifica assoluta.

“Eravamo al debutto con la vettura di Colombi” – racconta Erbetta – “e dobbiamo dire che siamo molto soddisfatti di quanto ci è stato messo a disposizione. Nella prima, alla sera, abbiamo commesso un errore su una chicane e ci si è spenta pure la vettura. Nella seconda, la prima di Domenica, abbiamo iniziato a prendere le redini ma, sulla terza, una scelta di gomme sbagliata si è tramutata in poco grip. Vista la velocità della speciale non avere la giusta sicurezza porta a perdere parecchio tempo. Probabilmente, se avessimo usato gomme nuove, il passo sarebbe stato migliore ma, di fatto, eravamo qui per festeggiare i nostri otto anni assieme. È stata una bella emozione farlo nella stessa gara da dove tutto è partito, nel 2010.” Vince la classifica dei più sfortunati Luigi Gabriele Bondanese, alle note Alfredo Tarquinio, il quale non è riuscito a raggiungere Sperlonga, causa problema tecnico alla vettura stradale. Sorride invece Giuseppe Vitulano, affiancato da Giovanni Guerra, il quale ha portato sul terzo gradino del podio, in classe K10, la Peugeot 106 Kit Car griffata Bluorange Team. Una posizione mai messa in discussione, quella mantenuta dal pilota di Manfredonia, il quale è ha mancato di un soffio la seconda piazza, sfuggita sull'ultimo crono per una decina di secondi. “La prima prova, in notturna, è stata molto dura” – racconta Vitulano – “e, per noi che partivamo tardi, era umida e sporca. Domenica mattina è andata meglio, abbiamo iniziato a capire la vettura e, nonostante un problema all'interfono, siamo riusciti ad abbassare i tempi. Il nostro obiettivo era arrivare e solo a fine gara abbiamo guardato la classifica. Va bene così. Il team è stato spettacolare, staff molto preparato e vettura impeccabile. Grazie a GDA Communication, al mio naviga ed alle nostre due mascotte, Domi ed Aurora. Un particolare augurio ad un'altra Aurora, una bimba alla quale auguro, di cuore, che possa riprendersi quanto prima possibile.”

Torna su
FoggiaToday è in caricamento